Sorprendente la qualifica disputata dal finlandese della Ferrari. Sempre ai vertici della classifica durante le tre sessioni nonostante avesse accusato un costante ritardo dal compagno di squadra nelle libere del giovedì e del sabato mattina. Vettel chiude a circa 40 millesimi seguito da Bottas a soli 2 millesimi di secondo.
Pessimo il sabato di Hamilton: escluso dalla lotta alla pole e 14esimo tempo in griglia. 

Buone invece le prestazioni di RedBull, che addirittura mirava alla prima fila, di Perez su Force India e di entrambe le McLaren. Orfana di Fernando Alonso, impegnato in America nella 500 miglia di Indianapolis, la McLaren ha pensato bene di richiamare alla guida Jenson Button. Entrambe le auto sono arrivate fino alla Q1 ma Vandoorne è stato autore di un piccolo incidente in Q2 e Button sarà penalizzato di 15 posizioni per interventi fatti sulla Power Unit. Peccato!