Monaco. Approfittando del weekend negativo di Hamilton, Sebastian Vettel centra la terza vittoria stagionale e consolida la sua leadership nel mondiale 2017. Nonostante la Pole conquistata dal suo compagno di squadra ed una prima parte di gara passata in attesa alla spalle di Kimi Raikkonen, Vettel ha saputo affondare il colpo nel momento decisivo. In occasione della prima ed unica tornata di pit stop è riuscito a prendere il comando della gara. La stessa strategia è stata adottata dall’australiano della RedBull Daniel Ricciardo. In un colpo solo ha scavalcato Verstappen e Bottas andando a podio per la seconda gara consecutiva. 
Negativa la gara della Mercedes che oltre a perdere il podio con Bottas raccoglie solo pochi punti con Hamilton, bloccato in settima posizione dietro a Carlos Sainz. 

La gara nel Principato ha sempre il suo fascino e, con le nuove e potenti vetture, è ancora più entusiasmante vedere quanto a limite riescono a spingersi i piloti tra le stradine del circuito cittadino. L’altra faccia della medaglia evidenzia la difficoltà di stare in scia alla monoposto che precede, questo a causa della sofisticata aerodinamica delle vetture. Le dimensioni maggiorate di ala anteriore e gomme rendono più difficili le manovre di sorpasso in spazi stretti. Lo sa bene Jenson Button che, nel tentativo di superare Wehrlein prima del tunnel, ne ha causato il cappottamento, per fortuna senza nessuna conseguenza. Il britannico si è ritrovato in pista per sostituire Fernando Alonso impegnato nella 500 Miglia di Indianapolis: la gara più veloce del mondo! Lo spagnolo, durante la trasferta oltre oceano, ha disputato una gara eccellente lottando addirittura per la vittoria. Ma poi ha dovuto fare i conti con l’ennesima rottura di un motore Honda! 

La Formula Uno farà tappa in Canada dove, almeno sulla carta, la Ferrari è ancora favorita.