Allagamenti a Scafati, Angelo Matrone lancia un appello al prefetto Gerardina Basilicata. “Il capo della triade straordinaria del Comune istituisca una commissione speciale d’inchiesta per fare chiarezza sulle responsabilità di quanto accaduto lunedì. Gli scafatesi sono ancora danneggiati da tutto questo e ora meritano rispetto”.

Sugli ultimi allagamenti a Scafati, che hanno bloccato la circolazione dei treni della Circumvesuviana e danneggiato attività commerciali e box interrati dei residenti, interviene Angelo Matrone, già consigliere comunale, che chiede un atto importante al prefetto Gerardina Basilicata, capo della commissione straordinaria del Comune di Scafati. “Un acquazzone ha messo in ginocchio nuovamente la nostra città. Per gli scafatesi è un film già visto, che purtroppo si ripete ogni volta con le ondate di maltempo che si abbattono sul territorio dell’Agro nocerino sarnese. Scafati però, rispetto ad altre realtà, ne esce sempre con le ossa rotte. Credo che molte responsabilità siano politiche, ma non solo. Ecco perché chiedo al prefetto Basilicata che ci sia l’istituzione di una commissione speciale d’inchiesta su quanto accaduto nel secondo lunedì di settembre. Serve fare chiarezza davvero su questa emergenza che ormai è diventata una costante per gli scafatesi”.

Per Matrone, dunque, ci sono responsabilità precise, che vanno rese note. “Chi ripagherà gli imprenditori danneggiati? I cittadini che spalano il fango sono stanchi e i pendolari che hanno visto i binari della Circum diventare una piscina a cielo aperto hanno subìto disagi enormi. Tutti sanno che a Scafati non abbiamo una rete fognaria o vasche di contenimento, per non parlare della manutenzione di caditoie, tombini e scoli. Serve voltare pagina definitivamente, anche da questo punto di vista. I commissari si schierino dalla parte della gente”.