Gesualdo(AV)-Il ridente paese del Principe dei Musici già da alcuni mesi si è calato nello scenario elettorale. Sicuramente nel mese di maggio 2018 si terranno le elezioni comunali, dove la popolazione sarà chiamata alle urne per eleggere la nuova amministrazione.

Sono mesi ormai che i vari gruppi lavorano alla creazione della lista perfetta, si susseguono riunioni e incontri per creare alleanze e sancire separazioni inaspettate.

Dando per scontata la lista del sindaco in carica Domenico Forgione, a contrapporsi al citato primo cittadino sicuramente ci sarà la lista del “Comitato Civico 2018”, che da tre anni lavora e programma per costruire una giusta squadra di governo.
Abbiamo cercato di saperne di più’ ma vi è riservo assoluto, tutto quello che si dice si smentisce il giorno successivo, classica strategia politica.
Dalla nota giunta in redazione a firma del portavoce del Comitato Civico 2018, dott. Carmine Grappone, estrapoliamo alcuni passaggi.
“Il lavoro arduo che da circa tre anni il nostro gruppo sta portando avanti è in direttura d’arrivo, anche perché la figura del candidato sindaco, sempre in bilico per i meno informati, sta per concretizzarsi. Il percorso che stiamo facendo è pieno di anguste trappole che i competitors attuano e divulgano, però a noi preme garantire e preservare il bene del paese e non il semplice posizionamento in consiglio comunale. Voglio porre all’ attenzione dei cittadini come il sindaco si stia adoperando per stipulare finanziamenti e mutui al fine di sistemare un paese lasciato alla deriva per tutto il mandato e improvvisamente sotto le votazioni oggetto di lavori estemporanei. Riteniamo che il comune debba indebitarsi per progetti che siano produttivi per la comunità, come le scuole o la valorizzazione dei beni storici, e non per rifare il manto alle strade oggetto di finanziamenti regionali che l’amministrazione Forgione non ha saputo intercettare. A noi sembra tutto calcolato e di conseguenza notizieremo i nostri concittadini su tutto quello che l’attuale amministrazione sta facendo per preservarsi un elettorato ormai perso. La nostra forza è il gruppo, formato da persone capaci che non ambiscono a poltrone ma che si stanno adoperando per rimodulare un paese che vive nell’ oblìo da anni. Il programma elettorale è stato approntato, già sappiamo cosa fare all’ indomani di una auspicata vittoria elettorale. Nei primi 100 giorni di governo risolleveremo il paese portandolo sul gradino più alto in tutti i settori, le scuole (le medie devono tornare a Gesualdo), le infrastrutture (strade dissestate e marciapiedi sgretolati), l’urbanistica (il PUC e l’utilizzo dei beni comunali abbandonati soprattutto nel centro storico), il turismo (coinvolgimento di tutte le associazioni e rinascita della pro loco), il commercio (incentivare le attività commerciali presenti nel paese riducendo la pressione fiscale da parte dell’ente), la riorganizzazione degli uffici comunali (riorganizzare i settori e i servizi in un ottica di maggiore efficienza), saranno i primi punti all’ ordine del giorno per i quali sia l’amministrazione che le commissioni esterne (promesse dal sindaco Forgione e mai attuate), elemento fondamentale di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, la cui istituzione è nostro primario obiettivo, si adopereranno per raddrizzare la rotta persa