Pratola Serra- Ritorna sabato 17 e poi sabato 24 febbraio l’appuntamento con la prima edizione del Festival della Valle dedicato alla letteratura e alla cultura della legalità. Due appuntamenti di spessore e a distanza di pochi giorni per la kermesse ideata da Antonietta Gnerre e diretta da Barbara Ciarcia.

Presso il centro di aggregazione di località Tavernanova di Prata P.U. sabato prossimo lo scrittore di successo, Pino Imperatore, presenterà la sua ultima fatica letteraria, ‘Allah San Gennaro e i tre kamikaze’. A conversare con l’autore di quello che si annuncia come un fenomeno letterario saranno i giornalisti Tiziano Tedeschi e Barbara Ciarcia. Per Imperatore sarà un ritorno in grande stile in Irpinia. Sabato 24 invece sarà la volta della poetessa Rita Pacilio che presenterà “Quel grido raggrumato”, tratto dall’omonimo libro di poesie. Sarà introdotta da Antonietta Gnerre promotrice di una kermesse che sta riscuotendo vasti apprezzamenti di pubblico e di critica. Sono già in calendario i prossimi appuntamenti festivalieri con scrittori, magistrati e testimoni della legalità. Insomma, una kermesse ad ampio respiro che abbraccia i vari segmenti dello scibile per soddisfare una platea che ad oggi ha mostrato grande interesse verso ogni iniziativa messa in campo dall’associazione socio-culturale ‘L’agorà’ presieduta da Fiorenzo Troisi.
L’idea poi di allestire un festival itinerante per la promozione della cultura e delle location della Valle del Sabato si sta rivelando vincente. La dimostrazione sta appunto nella folta partecipazione di pubblico a ogni appuntamento in programma.