Da anni, a Lioni (da qualche tempo anche con associazioni ad Avellino e Sturno) , opera la scuola calcio Milan “Real Lions”, affiliata proprio con la società rossonera. Centinaia sono gli iscritti, raggruppati nelle varie categorie d’età. Un gruppo di loro, oggi, ha vissuto una giornata particolare. Tanti i bimbi che sono stati a San Siro per assistere alla partitissima Milan-Napoli. Giornata indimenticabile anche per i genitori, dirigenti della scuola calcio.

Il calcio è utile per socializzare, bello pensare che il bimbo possa confrontarsi con coetanei, sia compagni che avversari. Di più, essendo uno sport di gruppo, educa, forma alla vita. La felicità per un bimbo è dargli un pallone per farlo giocare, giocano ovunque. Ma, oggi, gli spazi per l’attività libera in realtà sono molto limitati, la scuola calcio diventa così una necessità.

Oggi la felicità, lo stupore è stato tanto, essere alla “Scala” del calcio dove tanti campionissimi, sia nello sport che nella vita, hanno giocato. Vedere giocare calciatori del calibro di Albiol, Koulibaly, Mertens, Insigne, Suso, Bonaventura costituirà sempre un bel ricordo. E poi, come non entusiasmarsi dinanzi alle prodezze di portieri, uno più “anziano” Reina, l’altro giovanissimo Donnarumma che ha fatto strozzare in gola l’urlo del gol mancato per i tifosi napoletani e fatto esultare i tifosi milanisti per la prodezza che ha salvato, alla fine, il risultato su tiro di Milik.