Al via il 2° Concorso Enologico in memoria di Lucio Mastroberardino

0
1789

Montefusco(AV) – Ai nastri di partenza il 2° Concorso Enologico “Lucio Mastroberardino” 2018, con lo scopo di evidenziare e divulgare la conoscenza del territorio e della cultura regionale, esaltare la migliore produzione enologica della Campania e farla conoscere ai consumatori. Inoltre ha anche lo scopo di premiare e stimolare lo sforzo delle aziende vinicole e quindi dell’imprenditoria enoica regionale, migliorando la qualità dei loro prodotti, attraverso un idoneo confronto tra le produzioni tipiche regionali a DOP o a IGP, sia dei vini fermi sia spumanti e frizzanti, che, avviene sia tramite una valutazione enologica, fatta da apposite commissioni giudicatrici, sia attraverso degustazione libera di tutte le produzioni della Regione Campania. La manifestazione, autorizzata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali come concorso ufficiale e promossa e organizzata dall’Associazione Culturale MonsFulsulae si svolgerà nello splendido scenario di Montefusco, paese decretato monumento nazionale, ed ex capitale del Principato d’Ultra, in due luoghi suggestivi come il famoso Carcere Borbonico e lo storico Palazzo Giordano nei giorni del 22-23-24 Giugno 2018.

L’evento, fortemente voluto da Paolo Mastroberardino e intitolato alla memoria del fratello, l’enologo Lucio Mastroberardino scomparso a 45 anni di età nel gennaio 2013, si svolge sotto il patrocinio di vari enti ed organizzazioni, tra i quali: ministero delle Politiche agricole, Regione Campania, Provincia di Avellino, Comune di Montefusco, Camera di commercio di Avellino, Unione Italiana Vini, Unione nazionale proloco d’Italia, Coldiretti e Confagricoltura.

Diversi gli appuntamenti in programma nelle tre giornate:                                                                                                                           Venerdì 22 giugno alle 18:00 l’apertura della manifestazione del 2° Concorso Enologico “Lucio Mastroberardino” 2018 nelle sale del Palazzo Giordano, palazzo storico posto in Via Pirro De Luca donato da Ruggiero il Normanno ai Baroni Giordano di Toccanisi, nobili cavalieri al suo servizio. In questo scenario fiabesco, si svolgerà il convegno tecnico economico che vedrà relatori il Docente di Viticoltura dell’Università del Vino di Avellino Prof. Boris Basile, e poi a seguire l’intervento del noto Giornalista Dott. Antonio Corbo che si intratterrà sui temi legati alla comunicazione ed al Business del vino e del turismo nei territori interni. Seguiranno interventi tecnici legati alla sostenibilità ed a comunicazioni ed aggiornamenti tecnici sulle moderne tecniche di coltivazione, nutrizione e difesa della vite. A chiusura saluteremo tutti gli ospiti con un brindisi beneaugurale e un piccolo buffet rustico.

Sabato 23 giugno alle ore 9.00 riprende l’appuntamento nelle sale del Palazzo Giordano, con i commissari enologi convocati ed i giornalisti che, quale primo atto con il presidente del Concorso enologico Funzionario del MIPAAF, andranno a formare le commissioni giudicatrici dei vini iscritti al 2° Concorso Enologico. Ogni commissione sarà composta da n° 4 enologi selezionati dall’albo apposito di ASSOENOLOGI ed espressione della Regione Campania, e da n° 1 Giornalista possibilmente esperto di enogastronomia. Quindi alle 9.45 inizia la Kermesse del concorso che verrà suddivisa in quattro sezioni che giudicheranno, 16 campioni in ogni sezione. Le degustazioni cesseranno nel pomeriggio intorno alle ore 18.30, il tutto comprensivo di una pausa per far riposare il palato (ore 13,30 – 15,30).

Ultimo giorno domenica 24 giugno, appuntamento alle 10:00 nelle sale del Carcere Borbonico “lo Spilberg dell’Irpinia” di Montefusco, dove sarà aperto un Banco d’Assaggio pubblico con tutti i vini che hanno partecipato al concorso suddivisi per Province in cinque grandi che chiuderà alle ore 13.00 e riaprirà per il gran finale alle ore 15.30 sino alle ore 18.00. Alle ore 20.00 la serata prosegue con uno spettacolo musicale con due grandi artisti e compositori Irpini, quali loanna Carmine Fisarmonicista ed il Pianista Ivan larrobino. Durante le loro esibizioni saranno presentati e premiati i vini vincitori in ogni categoria.mons

Tra i partecipanti alla manifestazione verrà assegnato il premio speciale, all’azienda che avrà ricevuto il maggior punteggio complessivo, tra tutti i campioni presentati ed, otterrà il massimo riconoscimento del Concorso Enologico “LUCIO MASTROBERARDINO” denominato Trofeo – Lucio Mastroberardino. Tale premio consiste in un opera d’arte realizzata artigianalmente in un pregiato oggetto di ceramica(collezione privata, emblema del concorso), di un busto-bottiglia di guerriero saraceno, ispirato all’originale del sec. XVIII, elemento della tradizione storica e conservato nel comune di Montefusco.

Invece, ad ogni vino nella categoria (vini tranquilli, bianchi e/o rossi, vini passiti, vini spumanti e frizzanti a DOP e IGP), che avrà totalizzato in assoluto il massimo punteggio, sarà assegnato un premio consistente in una opera d’arte realizzata artigianalmente in ceramica, o disegni (quadri d’autore), oppure altri elementi dell’artigianato e delle tradizioni regionali, e anche qui con evidenti richiami al concorso, eseguiti da artisti locali.