Il Basket Bellizzi fa visita alla Pallacanestro Partenope
Sanfilippo: «Test importante che richiederà grande impegno mentale»

Seconda trasferta consecutiva per il Semprefarmacia.it Basket Bellizzi. Nel 5° turno del campionato di Serie C Gold, i gialloblu faranno visita alla Pallacanestro Partenope. Il match si disputerà domenica 4 novembre, presso il Palazzetto dello sport di Villaricca (NA). Palla a due alle ore 18:00. La gara sarà diretta dal 1° arbitro sig. Paolo Carotenuto di Scafati (SA) e dal 2° arbitro sig. Giovanni Morra di San Giorgio a Cremano (NA).
Test probante per Di Mauro e compagni, chiamati ad affrontare una delle squadre più attrezzate del torneo. Con quattro vittorie in altrettante partite disputate (considerando anche l’esordio vincente contro Casavatore, con i due punti poi decurtati a causa del ritiro della compagine partenopea), la squadra allenata da coach Patrizio è stata protagonista di un percorso netto fin qui. Di contro, però, Bellizzi può contare sull’ottimo momento di forma e sulle tre vittorie consecutive che hanno dato nuovo slancio all’inizio di stagione.
Le dichiarazioni di coach Nino Sanfilippo
«La gara contro Partenope rappresenta il primo vero test per capire a che punto siamo nel processo che stiamo cercando di portare avanti da inizio stagione. Affronteremo una squadra forte, con una fisicità da Serie B. Dovremo lavorare molto bene di squadra contro i loro riferimenti offensivi, tenendo ben presente che hanno numerosi giocatori in grado di andare a canestro. Una gara, insomma, che richiederà un impegno mentale molto molto alto».
Il tecnico è contento dall’abnegazione mostrata in allenamento dai suoi ragazzi: «La squadra sta lavorando bene. Sono molto soddisfatto dell’impegno e dalla dedizione che ci mettono i ragazzi, i quali rispondono molto bene alle sollecitazioni che quotidianamente ricevono dallo staff tecnico».
Dopo i tre successi consecutivi, l’umore è ottimo. Ma il segreto, per Sanfilippo, è da ricercare altrove: «Il morale è sicuramente alto dopo il filotto di vittorie. Ma credo sarà buono sempre, perché c’è un’ottima sintonia tra tutti gli elementi del gruppo, giovani e meno giovani».