La deputata del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, fa sapere che mercoledì 21 novembre è prevista la discussione in Commissione Lavoro, in cui è capogruppo, della risoluzione presentata dalla collega Enrica Segneri in merito alla preoccupante condizione della filiera automobilistica italiana e, nello specifico, di FCA.

“Visto il mio impegno diretto nelle problematiche inerenti lo stabilimento di Pratola Serra – esordisce la parlamentare avellinese – ho sottoscritto con estrema convinzione questa risoluzione che impegna il Governo ad assicurare la salvaguardia dei livelli occupazionali in tutte le realtà produttive del gruppo automobilistico”.

“Nel testo presentato – continua la portavoce pentastellata – viene messa in evidenza la grave crisi che da qualche anno sta attraversando lo stabilimento irpino con numeri da capogiro in riferimento alle giornate di cassa integrazione ordinaria/straordinaria e ai contratti di solidarietà. Per non parlare poi della fine della produzione dei motore a diesel, prevista per il 2022”.

“Secondo i dati ufficiali dell’associazione nazionale Filiera Automobilistica, il mercato interno avrebbe subito un calo attorno al 25% nel mese di settembre 2018. Tale andamento, in mancanza di un piano alternativo industriale per i prossimi decenni, potrebbe significare l’inizio di una fase complicata per tutto il comparto. Oggi più che mai occorre verificare l’efficacia del ricorso agli ammortizzatori sociali e costruire le condizioni per un progetto industriale qualificante con la sinergia di tutte le parti in causa” – conclude la Pallini.