Andretta (Av) – Tonino Carino in udienza da Papa Francesco

Andretta – “Pregate per me Santo Padre, affinché possa continuare ad aiutare attraverso la preghiera tante persone bisognose”.

Sono queste, in sintesi, le parole che Tonino Carino, un carismatico di Andretta non vedente, laureato in Scienze Religiose all’ISSR (Istituto Superiore di Scienze Religiose) di Roma con il massimo dei voti e lode, ha pronunciato a sua Santità Papa Francesco in occasione dell’Udienza Generale tenutasi in Vaticano lo scorso 21 novembre.

Continuano a chiamarlo veggente da queste parti, ma lui nonostante abbia avuto modo di sperimentare i sui carismi, continua a rispondere di essere un umile uomo di preghiera.

Al termine dell’udienza sulla Catechesi e sui Comandamenti, il Pontefice si è avvicinato al caro Tonino e dopo averlo guardato con particolare interesse, lo ha benedetto ed abbracciato, rincuorando ed incoraggiandolo ad andare avanti nella sua grande Opera Umanitaria.

Prima di congedarsi, Sua Santità, Jorge Mario Bergoglio, ha abbracciato di nuovo Antonio e lo ha salutato con un bacio affettuoso. Al Papa, Carino ha consegnato una pergamena ed una lettera molto importante al fine di intensificare e fortificare la sua opera benevola e gratuita protesa ad aiutare tante persone.

Papa Francesco ha dato assicurazione che avrebbe letto i contenuti della missiva e che l’appello rivolto, non sarebbe caduto nel vuoto. Una bella esperienza per il carissimo Tonino che da anni è impegnato nella sua terra di Irpinia ma anche in altre province e regioni della Campania, nel diffondere la parola di Dio attraverso la preghiera, attraverso l’incoraggiamento e l’attenzione che ogni giorno dedica a tantissimi amici che si recano da lui per una preghiera comunitaria e liberatoria.

Durante la trasferta in Vaticano Tonino è stato accompagnato da alcuni amici di Ruvo del Monte (Pz)