L’antica pratica dei Falò dell’Immacolata viene riproposta, a Lioni, a cominciare da venerdì 7 dicembre fino a domenica 9,  con la manifestazione “Riti di Fuoco”, promossa dalla Pro Loco di Lioni e dal Comune di Lioni con la direzione scientifica di Roberto D’Agnese. Tre giorni all’insegna delle tradizioni del territorio, in un contesto di narrazioni, spettacoli, musica ed enogastronomia. Si troveranno tra le strade lo Scazzamauriello e il Lupo mannaro. Un processo alla strega e sabba, le Janare, “La masciara” a cura di Clan H e Michele Miscia. Ed ancora li Squacqualacchiun, la misteriosa maschera di Teora. Chi vorrà, potrà ascoltare i Cunti irpini intorno a un fuoco oppure ballare con la Scuola di Tarantella montemaranese e prepararsi al Natale con le Zampogne della tradizione. Sabato 8, previsto il concerto di Eugenio Bennato con ingresso libero.  Passeggiando nel centro storico, infine, si potrà scoprire e gustare l’enogastronomia irpina.

Come già avvenuto per altri eventi, si potrà raggiungere Lioni anche a bordo del treno turistico, grazie all’intesa tra Regione Campania e Fondazione Fs.

Ecco nel dettaglio il programma:

Venerdì 7 dicembre, in Corso Umberto I, dalle ore 18:30,  I racconti di Michele Miscia, la Masciara, la scianara, la festa delle caccavelle,  dalle ore 21:00 cartomanti, sputafuoco, l’occhiarulo e lo psicomago.

In Via Ricca e Piazza Vittorio Emanuele III, dalle ore 18:30, Squacqualacchiun spettacolo itinerante e la Tarantella Montemaranese.

In  Piazza della Vittoria e Via De Maio, dalle ore 19:00, Boomerang Street Band spettacolo itinerante.

In Piazza Vittorio Emanuele III, ore 21:30, Virginio Tenore canzoni da combattenti e canzoni popolari.

Sabato 8 dicembre, in Corso Umberto I, dalle ore 18:00, il Rumita e la foresta che cammina  di Satriano, ore 20:00 – Le leggende irpine a cura di CLAN H Lupo mannaro, Scazzamauriello, Janare, processo alla strega e sabba e Cunti irpini del fuoco.

In Via Ricca – Piazza Vittorio Emanuele III, dalle ore 10.00, visite guidate al centro storico,dalle ore 18:00, spettacoli itineranti con la Scuola di Tarantella Montemaranese  e le Zampogne della tradizione.

In Piazza della Vittoria – Via De Maio, ore 19:00, accensione del Falò con Mons. Tarcisio Gambalonga, dalle ore 18:00 spettacolo itinerante Boomerang Street Band. Chiude, dalle ore 21:30, il concerto di Eugenio Bennato con ingresso libero.

Domenica 9 l’aperitivo culturale con un convegno , ore 11.00 nell’aula Consiliare, “Riti, tradizioni e leggende. L’Irpinia” .