Ogni giorno, gratuitamente, i volontari della Fondazione “Lene Thun” nei reparti di Pediatria, Oncoematologia, Day Hospital e Neuropsichiatria operano con i bambini ricoverati. La Fondazione realizza progetti di terapia ricreativa attraverso la modellazione ceramica.

Stimola la “parte sana” del bambino e del ragazzo attraverso gioco, creatività, socializzazione, fondamenti necessari allo sviluppo dell’età infantile. L’obiettivo è far sì che questi elementi non vengano meno durante la malattia e l’ospedalizzazione, ma se ne preservi la funzione. Aiuta concretamente bambini e ragazzi a superare la paura, il dolore e la frustrazione della malattia, mettendo l’organismo nella condizione di ricevere meglio le cure.

L’Istituto comprensivo Giovanni Pascoli di Frigento con le sezioni associate di Sturno, Gesualdo e Villamaina hanno sposato l’iniziativa. Gli alunni delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado di ogni paese con i loro professori hanno costruito lanterne che sono state messe in vendita (tutte acquistate al costo di 10 euro ciascuna) e il loro ricavato è stato devoluto alla Fondazione. “Donare è più di un regalo” soprattutto quando lo si fa per bimbi che vivono un momento difficile e assai delicato della vita.