Si comincia a pensare al Festone, da queste parti. Non è mai troppo tardi. Anzi. E il Comitato che lo organizza ormai da qualche anno, con risultati davvero lusinghieri, comincia a muoversi per organizzare quello del prossimo anno. Il mese di agosto, e fa un certo effetto se pensiamo di essere nel pieno delle vacanze natalizie, probabilmente ci attendono grandi novità. Almeno questo fanno intravedere, nel suo comunicato stampa emesso ieri, i giovani componenti del Comitato. Intanto hanno consegnato, al parroco don Carmine Santoro, il bilancio dell’ultimo Festone. Chiuso, nonostante le condizioni del tempo in quei giorni inclementi, con 920 euro di attivo. Ripianati, quindi, i debiti, 4 mila euro, di quello precedente. Naturalmente, il saldo in attivo è stato interamente consegnato alla comunità parrocchiale:500 euro in contanti e il restante come rimborso Enel. Le cose tornate a posto, le presenze numerose registrate durante il Festone scorso, sia nelle celebrazioni religiose che in quelle civili, spingono a proseguire, nel progetto avviato, questi infaticabile ragazzi.”Aspettiamo una nuova convocazione-scrivono nel comunicato stampa-per continuare questo progetto che faticosamente stiamo portato avanti. E per dare la nostra disponibilità”. Inoltre, auspicano che possa accadere” in tempi brevi”per mantenere gli standard raggiunti. Evidentemente, hanno in serbo qualche colpo a sorpresa. Il Comitato del Festone, un rito che si celebra a Grottaminarda in onore dei Santi Antonio da Padova, Tommaso d’Aquino e Rocco da Montpellier, conclude facendo gli auguri di Natale ai cittadini, ringraziandoli così come gli imprenditori, i parroci don Carmine e don Antonio, il Consiglio pastorale, il sindaco Angelo Cobino, I consiglieri comunali e provinciali, vigili urbani, vigili del fuoco e Carabinieri.

Giancarlo Vitale