Il ricordo di Pasquale Stiso Andretta l’ha voluto colorare sui muri.
Il 26 dicembre 1968 moriva suicida il sindaco-poeta, originario di Andretta, paragonato da alcuni a Rocco Scotellaro per l’impegno politico e l’attività letteraria.

In occasione del cinquantenario della sua morte, Andretta ha invitato Yuri Romagnoli, in arte Hopnn. L’artista gira l’Italia facendo della street art merce di scambio: ogni murales costa una ricetta della tradizione locale. Un giorno scriverà un libro su questa esperienza di scambio tra arte e gastronomia.
Hopnn ha dipinto la facciata della casa d’infanzia di Stiso con il colore rosso che è amore, sangue e passione, un albero di vita e gioco. Il nastro richiama il simbolo contro la violenza sulle donne. All’ingresso una poesia di Stiso sull’amore.
Inoltre, il suocero del poeta ha annunciato il progetto ”La casa di Rachele”. La famiglia ha deciso di donare la casa di Pasquale Stiso per renderla centro d’accoglienza per donne e bambini vittime di violenza.
Un progetto che, se dovesse riuscire a inserirsi nella burocrazia lenta dei finanziamenti regionali, potrebbe diventare fonte rigenerativa per molte famiglie e, perché no, anche per Andretta.