La Pallacanestro Femminile Firenze contenderà la promozione in serie A2 alla Farmacia del Tricolle. Primo appuntamento domenica 12 maggio ad Ariano Irpino. Le fiorentine arrivano dopo aver eliminato nel doppio confronto la Tre Erre Brindisi. Domenica oltre 400 spettatori, la palestra era tutta piena per sostenere le atlete molto giovani,  due del 2001 fanno anche le giovanili, tutte le altre fra il  ’96, ‘97 e ’98.

Abbiamo rivolto a Stefano Corsini allenatore della squadra di Firenze alcune domande.

Siete partiti in questo campionato con l’obiettivo della promozione?

“ Abbiamo cominciato a prendere le migliori atlete in città dallo scorso anno, nella scorsa stagione abbiamo raggiunti i playoff, uscimmo al primo turno, quest’anno  l’obiettivo era di competere per raggiungere la fase finale, non raggiungere la promozione non sarebbe un fallimento. A livello organizzato e societario non siamo ancora da A”.

I vostri punti di forza quali sono?

“La nostra forza è la coralità, tante esterne da ruotare anche se senza tanti punti tra le mani, le 4 interne danno un buon contributo vicine al canestro, si completano tra loro come caratteristiche individuali”.

Le due partite con Brindisi come sono andate?

“Con Brindisi abbiamo sempre condotte e guidate le gare, solo per alcuni frangenti sotto sia lì che in casa, ma siamo sempre stati avanti di 8-10 punti, hanno fatto molta zona, noi abbiamo tirato da 3 punti che ci ha aiutato a trovare tanti punti, erano costrette perchè piene di falli”.

Ha visto giocare la Farmacia del Tricolle?

“Ho visto un paio di partite quando non erano ancora al completo, poi l’ultima di domenica con i nuovi innesti. E’ completa in tutti ruoli, con atlete di esperienza a livelli più alti come Scibelli, Orchi, le due argentine, con il nostro entusiasmo e vivacità vediamo se riusciamo a pareggiare questo gap”.

Come preparerete la finale?

“Abbiamo svolto uno scarico atletico lunedì, allenamento mercoledì, giovedì, venerdì. La partenza, quasi sicuramente, domenica mattina”.