Tutto pronto a Monteleone di Puglia per i solenni festeggiamenti di San Rocco di maggio nell’omonima contrada.

 

Il conto alla rovescia è già iniziato e la macchina organizzativa procede spedita verso i festeggiamenti. Per la cittadina di Monteleone di Puglia, la solenne celebrazione del Patrono è uno dei momenti più significativi per la vita religiosa e civile di ogni singolo cittadino. “Nell’immaginario collettivo della comunità di Monteleone, e più in generale, in quello dei Monti Dauni e dell’Alta Irpinia, le celebrazioni in onore di San Rocco rappresentano un momento di profonda riflessione partecipata e condivisa sulle radici culturali e religiose del nostro comprensorio”. La Società Mutuo Soccorso, in qualità di organizzatore dei festeggiamenti civili regala ogni anno a questo paese una festa degna della sua secolare storia. Agli albori del ‘900 la comunità monteleonese decise di ricostruire il tempio del XVI secolo. La chiesa, originariamente costruita dagli scampati alla peste, serve ora come “residenza estiva” al Santo taumaturgo che protegge i campi. Una vicenda sacra e culturale enorme, ispiratrice di momenti straordinari della storia della fede locale. La facciata della cappella non manca di pregio artistico in quanto fu opera di una famosa scuola di scalpellini locali diretta da Federico Castelluccio. Il Castelluccio adornò il portale con una collana di perle intarsiate nella pietra e probabilmente nel 1903 lavoro finemente anche il “campaniletto”. Anche quest’anno la festa patronale di maggio sarà l’occasione per gli abitanti di contrada San Rocco e per tutto il paese di radunarsi e ritrovarsi insieme ma anche per scoprire un angolo di Monteleone di Puglia incantevole non sempre conosciuto dai turisti. Le manifestazioni civili, folkloristiche e religiose avranno inizio domenica alle 8,30 e si concluderanno intorno alle 23.00 con l’accensione dei fuochi pirotecnici in Piazza Municipio.