Il Movimento 5 stelle al Governo ha imposto a De Luca di rispettare la normativa ed oggi abbiamo finalmente in Campania un piano ospedaliero che prevede ben 18 ospedali intermedi, i cosiddetti DEA di primo livello.

Tra questi c’è l’ospedale di Ariano Irpino che verrà potenziato con 4 reparti in più e con 28 posti letto in più. Quando siamo arrivati al Governo il piano ospedaliero di De Luca, scritto a febbraio 2018 prevedeva solo 8 DEA di primo livello, tra cui non figurava l’ospedale di Ariano che anzi subiva un taglio di posti letto.

Abbiamo costretto De Luca a riscrivere il piano ospedaliero per ben 4 volte, imponendo il potenziamento di tutti e 18 gli ospedali pubblici che la normativa impone di potenziare. Abbiamo inoltre sbloccato un fondo di 100 milioni di euro per realizzare impianti di radioterapia nel sud Italia ed all’interno di questo finanziamento rientra anche la realizzazione della Radioterapia ad Ariano Irpino con 4 milioni di euro.

Questo sono meriti del Governo e del Movimento 5 Stelle e sono sotto gli occhi di tutti. La struttura dell’ospedale di Ariano Irpino è veramente molto grande ed in buona parte non è utilizzata. C’è un reparto di oncologia, come unico punto di erogazione aziede con soli 4 posti letto. Il reparto di radiologia risulta non dotato della risonanza magnetica, strumento diagnostico fondamentale. Occorre investire di più su questo ospedale per sfruttarne a pieno tutte le potenzialità.

De Luca invece di potenziare questo ospedale ed in particolare il reparto di oncologia ha previsto di collocare 15 nuovi posti letto in una micro clinica privata a pochi chilometri da qui. Il Movimento 5 stelle ed il portavoce Maraia stanno facendo di tutto per evitare questo ennesimo regalo ai privati e per ripristinare una sanità pubblica e di qualità.