Controllo del territorio, i Carabinieri di Salerno hanno tratto in arresto due due persone del luogo, già pregiudicate, per i delitti di rapina ed atti osceni in presenza di minori

I Carabinieri della Compagnia di Salerno, nel corso della giornata di ieri, hanno tratto in arresto, in due distinte occasioni, due persone del luogo, già pregiudicate, per i delitti di rapina ed atti osceni in presenza di minori.

In particolare:

I militari della Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto, in esecuzione di Ordinanza Cautelare emessa dal GIP di Salerno, dott. Gennaro Mastrangelo, su richiesta del magistrato della locale Procura, dott. Guglielmo Valenti, un giovane del luogo, M.R., cl. 87, con precedenti di Polizia, perché ritenuto responsabile, in concorso con altra persona già tratta in arresto in data 6.4.2018, della tentata rapina fatta, in pari data, in danno di una tabaccheria sita in questa via Leucosia.

Il giovane arrestato, all’atto del tentativo di rapina, aveva con sé l’arma con cui aveva minacciato i titolari della rivendita e, a causa della reazione di questi ultimi, si era dato alla fuga, facendo perdere le proprie tracce, lasciando il complice sul posto e consentendone l’arresto grazie all’immediato arrivo di una pattuglia della Sezione Radiomobile.

Le successive indagini, effettuate dagli stessi militari intervenuti, hanno poi consentito, grazie alla acquisizione e alla visione dei fotogrammi delle telecamere a circuito chiuso, nonché dalla escussione di alcuni testimoni, di individuare anche il secondo rapinatore responsabile dell’assalto ed al quale, nel corso della perquisizione, sono stati anche rinvenuti gli abiti usati per la rapina nonché il casco indossato nel corso della stessa.

L’uomo, per il delitto contestatogli, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale in attesa di interrogatorio di garanzia da parte del GIP.

Sempre nella giornata di ieri, una pattuglia della Sezione Radiomobile ha tratto in arresto, per atti osceni, un pregiudicato luogo, A.D. cl. 64, senza fissa dimora.

L’uomo, in via Vinciprova, nei pressi del capolinea degli autobus, alla presenza di alcune giovanissime ragazze, tra cui anche minorenni, si è abbassato i pantaloni mostrando i propri genitali.

La scena, notata da diverse persone, non è passata inosservata tanto che, alcune ragazze, hanno chiamato il 112 e, grazie all’immediato intervento di una pattuglia, l’uomo, che alla vista dei militari ha tentato la fuga, è stato subito bloccato e trovato ancora con i pantaloni abbassati ed i genitali di fuori. I militari, con non poca fatica, sono dapprima riusciti a fermare l’uomo, che non voleva farsi né identificare né controllare e poi, vista la situazione, sono stati costretti a coprirlo con alcuni indumenti di fortuna dal momento che, a quell’ora, alla fermata degli autobus vi erano anche diverse mamme con ragazze minorenni, che attendevano i pullman per fare rientro a casa dopo l’orario scolastico.

L’arrestato, su disposizione del P.M. di turno, d.ssa Francesca Fittipaldi, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Fuorni in attesa di convalida dell’arresto.