Avellino Calcio: Ancora incertezze sul futuro del club

Nel buio più totale e nella mancanza assoluta di comunicazioni da parte della proprietà, i tifosi continuano ad interrogarsi sul futuro del club. Il giorno 12 sarà il giorno dello spartiacque tra il presente e il futuro del club, con la necessità di capire, anche in caso di concordato, cosa ne sarà del Calcio Avellino nell’immediato futuro. Mentre si rincorrono e sono state verificate le voci che vedono il presidente Mauriello intento a ‘bloccare’ alcuni tesserati chiedendo loro di attendere e non firmare per altri club, non mancano le proposte di gruppi pronti a rilevare il club irpino. La cordata che fa capo alla famiglia Iacovacci legata ad un gruppo di imprenditori del nord, l’interessamento di Preziosi, di D’Agostino, sono solo alcuni nomi di chi in questi giorni ha cercato di interessarsi al club e salvare il salvabile. Si fa il possibile per evitare che nel calcio accada come nel basket l’autoretrocessione dalla A1 alla serie B. Resta il dilemma: l’ing. De Cesare vuole veramente vendere? Lo farà eventualmente dopo la sentenza (in caso di ‘condanna’)? Quali saranno i tempi per compiere operazioni importanti dopo il 12? Siamo a meno di un mese dall’inizio della prima gara ufficiale: il 4 agosto si scende in campo per la prima giornata di Coppa Italia. Si brancola nel buio e anche i più ottimisti fanno faticano a vedere un futuro… verde.