Dopo tre sconfitte consecutive, per l’Avellino è arrivato il momento di rialzare la testa. Quale miglior occasione se non quella di domenica contro il Rende ultimo in classifica? Ignoffo e i suoi uomini vogliono portare a casa l’intera posta in palio. C’è da festeggiare il compleanno del ‘vice’ Cinelli.

“Faccio gli auguri al mio vice Cinelli. Abbiamo condiviso tanti momenti importanti potendo sempre contare l’uno con l’altro. Auguri per i suoi 44 anni”.

Il pensiero poi va alla gara contro il Rende: “Serve fare risultato. I ragazzi si stanno allenando in maniera importante. Sarebbe utile raccogliere punti. Non sarà facile. Le difficoltà sono nate con noi. In settimana abbiamo avuto 4-5 giocatori fermi e in allenamento eravamo come effettivi 14-15. Abbiamo cercato soluzioni con gli uomini a disposizione. Abbiamo provato anche il 4-3-3, cercando di far rendere al massimo i giocatori che abbiamo a disposizione. Charpentier, De Marco, Petrucci, Silvesti sono stati fermi Karic ha lavorato a parte, Albadoro e Illanes sono out, uno per infortunio, uno per squalifica. Oggi sarà il giorno delle ultime scelte. Purtroppo partire in ritardo con la preparazione estiva ha i suoi costi’”.

Non ci sono molte soluzioni in panchina: “Questo è vero, ma tutti sono importanti e nessuno è indispensabile, ma tutti ci devono dare una mano. La possibilità di poter effettuare cinque cambi permette di cambiare il 50% della squadra, ma è utile se hai comunque degli elementi validi”.

In settimana i tifosi hanno cercato di parlare con la squadra, ma non sono stati autorizzati: “Mi dispiace perché credo che sarebbe stato utile. Spercie per i giovani. Devono capire quanto sia importante questa piazza. I tifosi sono stati vicino alla squadra, ma anche noi dobbiamo dare qualcosa, oltre che come risultato, anche come compattezza nel lottare fino alla fine”.