Extracomunitario si scaglia contro dipendente comunale. E’ successo a Conza della Campania. Un episodio senza controllo.

L’Extracomunitario, giovedì scorso, recatosi presso l”ufficio anagrafe del Comune di Conza, pretendeva la carta d’Identità.

L’addetto gli ha spiegato che l’interrogazione alla Prefettura e al Ministero per il rilascio ancora non aveva avuto risposta.

Al che, sono iniziate minacce e strattonamenti all’addetto dell’Ufficio anagrafe, che è stata costretta a fuggire e ripararsi nell’ufficio di un collega.

Intanto l’extracomunitario, che continuava a minacciare davanti a testimoni l’impiegata, avvertiva le forze dell’ordine e l’ambulanza che sono accorsi sul posto.

La dipendente si è sentita male ed è stata trasportata in ospedale.

Un episodio quello di Conza senza controllo.

Sono circa 40, 50 i rifugiati che dimorano in uno stabile del Comune di Conza, e parecchie volte si sono verificati episodi incresciosi che sono stati coperti.

Di chi la colpa? Perchè in un paese tranquillo quale Conza della Campania le persone devono aver timore di questi extracomunitari, che pretendono senza rispettare la legge?

Perchè perdere la serenità per una macchina per fare soldi?

Il Sistema di protezione e accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati è diventato il modello di riferimento per l’accoglienza nazionale. Ma, viste le condizioni, non c’è da stare sereni.

Episodi incresciosi che sono stati scoperti.