Vertice a palazzo Caracciolo sui temi della scuola e dell’istruzione

Palazzo Caracciolo ha ospitato il Tavolo di confronto Istituzionale sui temi della scuola e dell’istruzione in Irpinia. Presenti le forze sociali e i sindacati, oltre che i soggetti istituzionali interessati, tra cui il sindaco di Avellino Gianluca Festa, la dottoressa Rosa Grano, dirigente Ufficio Scolastico di Avellino, e il Sottosegretario al MIUR Peppe De Cristofaro, dirigente di Sinistra Italiana. Temi caldi della discussione quelli dell’edilizia, del precariato e del dimensionamento. La scuola è un argomento importante e centrale «architrave della Repubblica e della democrazia, perno dello sviluppo della persona umana alla quale tutte le persone, nessuna esclusa, devono poter accedere» sottolinea Michela Zaccardi. Il dirigente dell’Ufficio Scolastico di Avellino insiste sul tema del dimensionamento, sottolineando l’incompatibilità e la sterilità di quelle norme che prevedono l’accorpamento, non considerando il contesto geografico e sociale. «Gli accorpamenti rendono ancora più difficoltosa la gestione scolastica, tra distanza eorganizzazione scolastica insufficiente. È evidente che bisogna porre fine ai ciechi parametri dell’organico funzionale» commenta la dottoressa Grano, auspicando ad un “nuovo umanesimo”.