Grottaminarda- Domani il Grotta torna a giocare in casa. Piccolo “Sono contento della squadra finora solo fortuna”.

Va controcorrente, e colpisce in contropiede, il patron del Grotta, Mauro Piccolo, quando gli chiedono di questo inizio di campionato della sua squadra. ” Tutti si aspetterebbero la mia delusione-infatti, risponde-e invece no. Io mi considero soddisfatto, fin qui”. Tenuto conto che, i giallorossi, sono esordienti in Eccellenza e di tutte le gare sin qui disputate. Finora il Grotta ha messo insieme cinque punti in classifica. Ma, come dice Piccolo, avrebbero potuto anche essere di più.” Siamo stati abbastanza sfortunati. In qualche occasione potevamo uscire dal campo con il bottino pieno. Ma, ad esempio domenica scorsa, nonostante il doppio vantaggio siamo stati raggiunti nei minuti finali”. “I ragazzi hanno sempre dato l’anima-continua il patron del club giallorosso torna a giocar o – e non possiamo che migliorare”. Il Grotta è una neopromossa e, da queste parti, non si fanno programmi. Non si vola alto, perché “siamo quelli che mantengono i piedi per terra. Ma non posso sapere come andrà a finire”. E domenica contro la Virtus Avellino, cosa si aspetta? Il Grotta vuole ingranare la marcia e, sicuramente, sarà un osso duro per tutti. E, al giornalista di Sport Channel che gli chiede che derby si aspetta, Piccolo risponde:”Quello di domani non lo considero un derby. Quello vero, come sapete, è quello che giochiamo contro l’Ariano”. E l’ultimo, giocato tra le mura amiche del “Romano”, ha sancito la vittoria dei ragazzi di Iuliano.

Giancarlo Vitale