Finisce 3 a 1 per il Catanzaro nell’incontro del Ceravolo l’anticipo del campionato di Lega Pro. La squadra di Capuano ne esce comunque con onore, non è mancato l’orgoglio, non è mancato l’impegno. Lupi in campo con il 3-5-1-1 con i due attaccanti Albadoro e Alfageme fuori, Micovschi alle spalle dell’unica punta Charpentier. Catanzaro con ben 5 elementi in meno (Celiento, Bianchimano, Di Livio, Urso e De Risio). Grassadonia che ha sostituito Auteri schiera un 3-5-2.

I primi 20 minuti di gioco non offrono spettacolo, gioco principalmente a centrocampo con i due portieri inoperosi. Al 21’ la gara si sveglia con un tiro di Micovschi da poco fuori area che si stampa sull’incrocio dei pali. Quattro minuti dopo, però, è il Catanzaro che si porta in vantaggio, lunga azione dei padroni di casa che vede prima Statella al tiro dalla destra, Abibi respinge, palla sui piedi di Kanoute, palla respinta in qualche modo dalla difesa, per poi finire sui piedi di Favalli che da buona posizione insacca per l’1 a 0. Passano altri quattro minuti e i giallorossi raddoppiano: cross di Favalli dalla sinistra per la testa di Nicastro, abbastanza libero in area, e palla alle spalle di Abibi. La risposta irpina arriva al 39’ con Rossetti in contropiede, il tiro finisce oltre la traversa. Nel finale di tempo, errore della difesa dei padroni di casa in fase di disimpegno, palla per Rossetti che dalla sinistra fa partire un cross basso dove l’estremo difensore Di Gennaro non riesce ad intervenire e per Di Paolantonio un tapin facile facile per il 2-1.

Nella ripresa il Catanzaro parte forte, Kanoute al 46’, 47’ e 52’ si rende pericoloso in area biancoverde, ma non è bravo ad insaccare la terza rete per i padroni di casa. L’Avellino si rivede in fase offensiva al 68’ su punizione, la palla è di poco a lato. Quattro minuti dopo è sempre Micovschi, sotto porta, in un’azione favorevole, a toccare alto sulla traversa. Al 76’ la rete che chiude la gara. Errore di Laezza che perde palla in fase difensiva, su un contropiede veloce della squadra di casa, Nicastro controlla e serve Kanoute che controlla, beffa Abibi e segna il 3 a 1. All’85’ ancora una occasione per Kanoute, ma questa volta è bravo Abibi ad evitare il peggio.

L’Avellino ora è chiamato al riscatto lunedì prossimo, sempre in serale, contro il Potenza.

CATANZARO – AVELLINO 3-1

Marcatori: 24′ pt Favalli (C), 28′ pt Nicastro (C), 44′ pt Di Paolantonio (A), 31′ st Kanoute (C)

CATANZARO (3-5-2): Di Gennaro 5,5; Signorini 5,5 (39′ st Figliomeni sv), Martinelli 6, Pinna 6; Statella 6, Tascone 6,5 (29′ st Nicoletti sv), Risolo 6 (19′ st Maita 6), Casoli 6,5, Favalli 6,5; Kanoute 7, Nicastro 6,5 (38′ st Fischnaller sv). A disp.: Mittica, Giannone, Riggio, Elizalde, Novello, Mangni, Quaranta. All. Gianluca Grassadonia 6

AVELLINO (3-5-1-1): Abibi 5; Illanes 5 (41′ pt Silvestri 5,5 ), Zullo 5, Laezza 4,5; Celjak 5, De Marco 5 (36′ st Alfageme 5), Di Paolantonio 6, Rossetti 5 (14′ st Karic 5), Parisi 5 (13′ st Albadoro 5,5); Micovschi; Charpentier. A disp.: Tonti, Pizzella, Palmisano, Njie, Evangelista, Petrucci. All. Ezio Capuano 5

Arbitro Francesco Meraviglia di Pistoia (assistenti Marco Della Croce di Rimini e Salvatore Emilio Buonocore di Marsala

Note: ammoniti Laezza (A), Pinna (C), Zullo (A); angoli 3-1; recupero 2’ pt; 4’st; spettatori presenti 4.130 di cui 2.445 abbonati e 1.865 paganti (142 ospiti) per un incasso complessivo 14.865, angoli 3-1, recuperi 2′ pt e 4′ st