Centro polisportivo in località Villanova a Nocera Inferiore, la consigliera comunale Tonia Lanzetta chiede chiarezza sull’opera: “Nessuna risposta ricevuta dai dirigenti nell’ultima commissione Urbanistica. La città merita risposte”

“È trascorso oltre un anno dal rinvio in consiglio comunale dalla proposta di approvazione della convenzione per la realizzazione di un centro polisportivo in località Villanova”. Così Tonia Lanzetta, consigliere comunale di opposizione a Nocera Inferiore, chiede chiarezza per un’opera apparentemente strategica per il territorio. “Nell’ultima commissione urbanistica sono stati sollevati una serie di quesiti, su cui il dirigente ai Lavori Pubblici del Comune promise una risposta che ad oggi non è ancora arrivata. Poiché di opere pubbliche significative a Nocera Inferiore in questo anno e mezzo non se ne sono viste, è alquanto singolare che il dirigente non abbia risposto alcunché. Allora viene da pensare a chissà quali ombre aleggino sulla realizzazione dell’opera, senza oneri economici per il Comune ed a spese dei privati vincitori del bando. Perché oltre un anno fa si celebrò un consiglio che rinviò la discussione e poco dopo si celebrò una commissione senza risposte alle domande sollevate”.
Una fase di stand-by su cui il consigliere comunale Tonia Lanzetta vuole vederci chiaro. “Viene da pensare che questa situazione di stallo, che blocca un’opera a totale carico privato, possa nascondere l’ennesimo pasticcio della amministrazione Torquato, che sembra guardare l’inesorabile trascorrere del tempo che li conduce alla fine di una non brillante esperienza amministrativa. Su tutto questo discuterò in tempi, spero, brevi un’interrogazione consiliare perché la città attende risposte. L’area individuata a Villanova per l’intervento è in uno stato di abbandono”, ha concluso Tonia Lanzetta.