La mensa scolastica per gli alunni della Scuola dell’Infanzia ripartirà lunedì 18 novembre.

La ditta affidataria, la Coop. OMNIA PLUS con sede in Zungoli, provvederà a preparare il menù giornaliero in ossequio ai Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana (LARN), ossia le raccomandazioni elaborate periodicamente dalla SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana.

L’Amministrazione comunale ha ritenuto applicare con anticipo la direttiva europea 2019/904 secondo cui dal 2021 non potranno più essere immessi sul mercato posate, piatti, cannucce, aste per palloncini, recipienti per alimenti e per bevande. L’azienda aggiudicataria del servizio di refezione scolastica osserverà, pertanto, il principio del “plastic free” fornendo bicchieri, forchette, coltelli e cucchiai usa e getta per alimenti, in materiale biodegradabile e compostabile.

Per quanto concerne gli alimenti quali carne, ortaggi, latticini, uova, pane, frutta, confetture di pomodoro per la preparazione del sugo, olio extra vergine di oliva, la ditta avrà obbligo di attenersi, per l’approvvigionamento, alla cosiddetta “filiera corta”, ovvero dovrà avvalersi del tessuto economico locale, compresi gli imprenditori agricoli, evitando così l’ulteriore presenza di intermediari tra produzione, trasformazione e consumatore. L’intento è quello di garantire l’eccellenza degli alimenti e l’integrità delle loro caratteristiche organolettiche e nutrizionali.

Oltre alle operazioni “plastic free” e alla filiera corta, il progetto del prossimo anno scolastico prevede la realizzazione di laboratori didattici e orti biologici.