All’ Accademia Santa Sofia di Benevento dopo il successo di Maurizio De Giovanni, si attende domenica il genio precoce di Rossini

71

 

A Santa Sofia la città di Benevento accoglie con entusiasmo la grande letteratura

contemporanea di Maurizio De Giovanni e si prepara, per domenica, ad ospitare la grande

musica universale con il genio precoce di Rossini.

L’Accademia di Santa Sofia sotto la direzione artistica di Marcella Parziale, si porta a casa

un altro grande successo con l’autore Maurizio De Giovanni e il suo ultimo romanzo

Nozze”, nell’indimenticabile incontro letterario che ieri sera a Santa Sofia ha coinvolto un

folto ed emozionato pubblico di lettori e fan.

Da I bastardi di Pizzofalcone al Commissario Ricciardi a Gelsomina Settembre, alla città di

Napoli con le sue luci e le sue ombre, tutti protagonisti, umani e non, delle sue fortunate

serie letterarie, che sono diventate o presto lo saranno, fiction per Rai1, nulla è stato

tralasciato dalle acute domande di Dino Falconio che ha sapientemente condotto la serata

con appassionata curiosità e amichevole complicità con l’autore.

Durante il piacevole colloquio emerge dunque che lo scrittore partenopeo “non ha un

personaggio che gli assomiglia, non è la brutta copia di nessuno dei suoi eroi”.

La sua non è una scrittura autobiografica, non tende a scrivere la propria autobiografia in

forma di romanzo, non racconta se stesso in uno sterile meccanismo di auto isolamento

creativo, come invece accade spesso agli scrittori che così facendo, possono inaridire ed

esaurire la propria vena creativa”.

Al contrario “tanti personaggi, tanti climi, tanti mondi diversi” popolano la produzione

letteraria di De Giovanni, in una sorta di “personalità multipla dello scrittore che, attingendo

continuamente alle vite degli altri, reali o di finzione che siano, apre costantemente a un

patrimonio narrativo sterminato e inestinguibile”.

Di particolare pregio e sensibilità l’interpretazione che l’attrice Linda Ocone ha reso di

alcuni brani del romanzo “Nozze”, sottolineata e riconosciuta con parole sincere anche da

De Giovanni, che, prima e dopo l’incontro, si è soffermato affabilmente anche al firma

copie di rito e alle immancabili foto coi fan.

Altre notizie su TgNews TV