Istituito un centro comunale di protezione civile, operativo tutta la giornata, per affrontare l’emergenza Coronavirus

76

Mirabella Eclano. In settanta sono rientrati dalle regioni della cosiddetta “zona rossa”. Nessun caso sospetto e, intanto, sono continuamente monitorati. Il sindaco Giancarlo Ruggero, a questo proposito, ci tiene a ringraziare i sette medici di base che operano nel territorio della cittadina eclanese,”per il supporto professionale, e gratuito, e per il modo in cui stanno seguendo quei cittadini”. Così come il comando locale dei Carabinieri e della Polizia municipale. Intanto, da poche ore, il primo cittadino ha attivato il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, che lavorerà ventiquattro ore su ventiquattro, e durerà fino a quando l’emergenza Covid 19 non sarà finita.”L’evolversi dell’emergenza-infatti dice Ruggiero-, le successive circolari sia ministeriali che regionali, nmi inducono ad integrare e sostituire la mia precedente ordinanza firmata quattro giorni fa”. E continua. “Il fenomeno epidemico è gestito con la massima attenzione da tutti gli addetti che operano nel nostro Comune, attraverso una estrema sinergia e collaborazione”. Quindi, per evitare che la gente possa essere presa dal panico, “invito i cittadini a non generare inutili, e infondati, allarmismi. Stiamo seguendo il fenomeno on estrema sicurezza ed impegno”. Ancora il sindaco di Mirabella fa appello “alla collaborazione, all’attenzione e alla fiducia. Sopratutto verso chi si sta impegnando affinché, il nostro territorio, rimanga immune dal contagio”.                                                                                           Giancarlo Vitale