De Angelis scrive a De Luca:” Il riutilizzo delle economie derivanti dai ribassi d’asta a valere sui fondi Por/ Fse, PSr, FESR dovrebbero essere utilizzate per il finanziamento di una struttura modulare per la terapia intensiva”

118

Il Sindaco di Chiusano San Domenico, Carmine De Angelis, invia al Presidente della Regione Campania una lettera in cui lo esorta a finanziare una struttura modulare per la terapia intensiva vista la criticità del momento e delle difficili settimane che ci aspettano.

Le risorse dovrebbero provenire dall’utilizzo delle economie e dei ribassi d’asta a valere sui fondi Por/ Fse, PSr, FESR, relativi ai progetti finanziati e già appaltati e/o in corso d’opera, e, dunque, impiegabili per il finanziamento di una struttura modulare per la terapia intensiva da utilizzare per i pazienti Irpini contagiati da Covid-19.

Il Sindaco rassegna la forte preoccupazione per le modalità in cui ci gli Irpini affronteranno le prossime settimane, da molti ritenuti cruciali per la diffusione del contagio, in una provincia che sembra essere quella meno attrezzata in termini di numero delle strutture sanitarie, numeri di posti letto di terapia intensiva e sub intensiva, attrezzature, ecc.

Purtroppo, tutto ciò a fronte di un triste primato: quella della provincia che rileva per la maggiore percentuale di contagi in rapporto alla popolazione residente. L’Ospedale Frangipane, attualmente impegnato a rispondere alla notevole richiesta dovuta ai pazienti contagiati dal focolaio di Ariano Irpino, versa in uno stato di grave criticità e, non avendo più capacità ricettiva, dirotta i soggetti contagiati di quell’area territoriale verso l’Ospedale Moscati di Avellino.

Anche la situazione di quest’ultimo risulta essere già molto critica, come rilevato recentemente dal direttore generale del Moscati Renato Pizzuti e dal direttore sanitario Rosario Lanzetta. Nelle settimane che, probabilmente precedono un potenziale aggravamento della situazione di contagio, sono bastati 107 soggetti potenzialmente contagiati ricoverati per mandare in tilt la struttura ospedaliera.

Alla fine l’esortazione: Occorre collaborare ora nei momenti difficili , Campania rialzati!