Ariano Irpino, Enrico Franza sul mancato apparentamento: nessuna presunzione…

141

Ariano Irpino, Enrico Franza sul mancato apparentamento: nessuna presunzione, solo una scelta a tutela della libertà di espressione dei cittadini

Il candidato del centrosinistra traccia le linee di una politica fatta di coesione e
solidarietà. “Chiediamo il supporto di tutti coloro che vogliono una politica partecipata”
L’incontro di Enrico Franza con i cittadini arianesi, nei pressi della Stazione, si apre con un
appello a tutte le forze politiche: “riscopriamoci solidali e coesi. Ariano lo sa che è una
comunità che può risollevarsi solo con la solidarietà. La politica deve emulare il popolo
arianese ed essere coesa e compatta, come lo è stata la gente durante l’emergenza sanitaria”.
Su questo appello si basa la scelta di non apparentarsi ufficialmente con alcuna forza politica
nella fase del ballottaggio, una opzione che Franza definisce “rispettosa per gli elettori e per
tutti i cittadini che vorranno operare una scelta libera, senza condizionamenti. Saranno quei
cittadini che sceglieranno di praticare una politica partecipata, attraverso la fattiva
collaborazione con chi siederà in consiglio comunale”. Una assise che, in caso di vittoria del
centrosinistra, sarà rinnovata per l’80 per cento, mentre questa percentuale sarà ricoperta da
vecchi volti della politica arianese in caso di vittoria del centrodestra, realizzandosi in
quest’ultimo caso, la prosecuzione di un discorso che “ha condotto Ariano al declino. Siamo
ad un bivio, dunque – afferma Franza -: scegliere tra un passato di vecchi volti e vecchie
logiche, e un futuro fatto di volti nuovi e nuovi progetti”. Franza sottolinea l’unico interesse
della coalizione, quello per il rilancio della città, come dimostrato dal famoso “passo indietro”
dell’anno scorso, da cui si intende ripartire. “Abbiamo progetti importanti che sono già stati
messi in moto nel breve periodo di amministrazione – spiega -, dalla destinazione del palazzo
Bevere-Gambacorta alle associazioni, al progetto Erasmus Plus”. Ma occorre anche pensare
al rilancio di Ariano che “ha subito un danno economico e di immagine durante il Covid.
Abbiamo il dovere di battere i pugni con la Regione e con il Governo per ottenere ciò che ci
spetta. E noi – sottolinea – abbiamo vicinanza sia con la Regione che con il Governo, segno
che possiamo creare davvero quella filiera istituzionale che è tanto importante”. Franza
ribadisce che “mentre il candidato di centrodestra parla di grandi infrastrutture, perde di vista
le necessità basilari dei cittadini che abitano nelle zone rurali, abbandonate in vent’anni di
politica, della quale l’attuale schieramento di centrodestra è la mera prosecuzione”. A tale
proposito Franza cita le responsabilità per la mancata realizzazione della strada MannaCamporeale. “Istituiremo un commissario straordinario – afferma a tale proposito – perché non
solo si sblocchino i lavori, ma perché, una volta per tutte, si faccia luce sulle responsabilità di
chi, in diciotto anni, ha tenuto ferma quell’opera”. Un obiettivo che resta primario nel
programma di Franza è “il rilancio della sanità, che passa anche attraverso la convocazione
del comitato ristretto dell’assemblea dei sindaci, mai riunitosi negli ultimi anni. Creeremo un
tavolo istituzionale per gestire in maniera integrata con gli altri Comuni le problematiche
sanitarie, facendoci tramite con la Regione, che ha la sola competenza in materia”. Infine
l’appello ai cittadini: “Questa è la scelta definitiva. Dovessimo perdere, accetteremmo la
sconfitta a testa alta e con dignità, ma sarebbe il segno che la città ha scelto il passato.
Facciamo l’ultimo passo, quello del coraggio, perché domani si dica: abbiamo scelto di
provarci, abbiamo scelto di provare a rendere Ariano una città migliore”.
Questa sera doppio appuntamento con la cittadinanza. Enrico Franza sarà presso il circolo
della Terza Età della Contra Orneta, alle ore 19,30, mentre alle 21,00 incontrerà gli abitanti
della Contrada Santa Barbara, presso il Circolo Sportivo Polivalente.