Maraia (deputato M5S): “Eletto capogruppo del M5S in Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici

108

 

Eletto capogruppo del M5S in Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici

La settimana che volge al termine è iniziata con quella che per me è una grande notizia: i componenti del Movimento 5 Stelle della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici della Camera dei deputati hanno scelto me come capogruppo.

La mia elezione arriva al termine dell’incarico di Paola Deiana, che è stata capogruppo del Movimento 5 Stelle in VIII Commissione per un anno.

Questa elezione è per me motivo di grande orgoglio e fonte di grandi responsabilità. Dopo aver dedicato la mia attività parlamentare principalmente alle questioni relative al mio territorio, ottenendo tra l’altro buoni risultati, per quest’anno sarò chiamato a lavorare su tutte le tematiche nazionali che riguardano l’ambiente e i lavori pubblici. Offrirò il mio tempo, le mie competenze e il mio impegno affinché, grazie ad una buona interlocuzione con gli altri gruppi parlamentari e con il Governo, si riescano a trattare efficacemente tutti i disegni di legge che il Movimento 5 Stelle ha inserito nel suo programma elettorale.

La nostra priorità sarà quella di continuare il lavoro fatto finora, con particolare attenzione a: acqua pubblica, questione ILVA di Taranto, gestione delle discariche e della depurazione delle acque, questione Pifas. Per quanto riguarda le infrastrutture, invece, ci dedicheremo al riammodernamento delle infrastrutture idriche, viarie e ferroviarie necessarie per lo sviluppo del nostro Paese.

Punto fermo della nostra attività sarà come sempre la transizione verso un’economia circolare, puntando su sostenibilità delle risorse, recupero e riciclo.

La mia elezione arriva inoltre in un momento molto particolare per il nostro Paese. Nei prossimi mesi, infatti, c’è da programmare gli interventi previsti dal Recovery Plan (PNRR, Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza). Un piano che investe, novità assoluta per il nostro Paese, decine di miliardi di euro su progetti relativi alla green economy e all’ambiente. Si tratta di un’occasione unica che non può essere sprecata, come sottolineato dal Ministro dell’ambiente Sergio Costa durante una riunione tenutasi ieri sera.