Volley, Olimpica Avellino sconfitta all’esordio a Marigliano

138

Volley, Olimpica Avellino sconfitta all’esordio a Marigliano. Dopo un ottimo avvio, gli irpini calano alla distanza

 

Sconfitta all’esordio per l’Olimpica Avellino che non riesce a conquistare punti sul difficile campo della Tya Marigliano.

Una gara in cui i ragazzi di coach Domenico Amodeo sono partiti bene, vincendo il primo set, per poi calare alla distanza e cedendo alla maggiore freschezza atletica ed esperienza della formazione partenopea.

Amodeo è partito in campo con Gengaro e Cefariello a formare la diagonale di attacco, Rescignano e Picariello come schiacciatori, De Falco e Malanga al centro e Monda libero.

Un avvio molto promettente per capitan De Falco e compagni che hanno tenuto testa fin dalle prime battute ai più quotati avversari con la ricezione che ha funzionato bene e messo nelle migliori condizioni Gengaro di servire gli attaccanti che hanno fatto un egregio lavoro. Una partenza positiva che ha visto i biancoverdi conquistare il primo set con il punteggio di 25 a 19.

Da segnalare verso il finale del set il primo punto in serie B per il giovane Simolo. Nel secondo set però Marigliano entra decisa in campo forzando la battuta e l’Olimpica non è precisa come nel primo set e il set si chiude con il punteggio di 25 – 16 per i padroni di casa. Stesso parziale anche nel terzo set con la Tya che sale di livello mentre i biancoverdi non riescono a trovare le giuste contromisure.

La partita non cambia nel quarto set con la squadra di casa che concede poco ai biancoverdi che commettono troppi errori e inizia ad affiorare la stanchezza che fa si che Marigliano s’imponga con il punteggio di 25 a 12.

A fine partita coach Amodeo però preferisce vedere il bicchiere mezzo pieno: ” Preferisco in questa gara vedere il bicchiere mezzo pieno che ha visto un buona partenza, delle ottime combinazioni e una buona ricezione. Poi però è venuta fuori la maggiore esperienza dei nostri avversari e anche la maggiore freschezza atletica. Purtroppo avevamo solo 20 giorni di allenamento sulle spalle ed era normale soffrire sotto questo punto di vista. Ma ora mettiamo alle spalle questa sconfitta e da oggi siamo già con la testa alla gara di sabato prossimo contro Ischia”. 

 

Leggi su TgNewsTV