Benevento, approvata la messa in sicurezza del fiume Calore

54

Il Presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria ha approvato il Progetto esecutivo per la messa in sicurezza del fiume Calore in zona Pantano del capoluogo alla confluenza con il fiume Sabato.

L’intervento, ha comunicato il Presidente, mobilita risorse economiche per € 1.245.208:  la gara d’appalto dei lavori, secondo le disposizioni impartite al Settore Tecnico della Provincia, verrà indetta entro pochi giorni.

Il Progetto esecutivo è stato approvato da Di Maria al termine di un complesso iter tecnico ed amministrativo che ha visto l’intensa interazione istituzionale con il Presidio di Protezione del Genio Civile di Benevento e altri Enti, anche attraverso lo svolgimento di una Conbferenza di Servizi conclusasi all’inizio di questo mese.

Al centro dei provvedimenti gli interventi sui gravi dissesti nel reticolo idrografico principale causati dagli eventi alluvionali del 2015.

Il Presidente Di Maria, accompagnato dai responsabili del Settore Tecnico della Provincia, ha più volte effettuato sopralluoghi lungo le sponde dei fiumi Sabato e Calore ed, in particolare, nell’area di confluenza di questi corsi d’acqua in località Pantano incontrando anche i cittadini residenti.

Il programma dei lavori definitivamente approvato rientra peraltro nella più ampia strategia messa a punto dall’Amministrazione Di Maria per la messa in sicurezza dei corsi d’acqua. Il Presidente ha infatti dichiarato: «Oggi, di fatto, si avvia un programma di lavori a tutela della sicurezza dei cittadini in particolare di contrada Pantano: si tratta di un intervento significativo sia per le soluzioni tecniche individuate, sia per le risorse finanziarie messe a disposizione. E’ questo, comunque, solo un primo passo della più articolata attività che abbiamo tracciato per dare concreta risposta ad un forte criticità del territorio e non solo del capoluogo. L’importo complessivo degli interventi che riguarda l’asta fluviale del Calore è pari a circa 10 milioni di Euro e costituisce dunque un programma assai ambizioso».

Intanto, sono già in corso altri lavori propedeutici all’intervento principale e che sono finalizzati alla riduzione del rischio esondazione: finanziati, infatti, con alcune economie di Bilancio della Provincia, il Settore Tecnico sta eseguendo la bonifica, la rimozione e la ripulitura dei canali che lambiscono l’area di Pantano e, sia in pure in minima parte, corrono anche accanto al tracciato ferroviario della Benevento-Cancello via Valle Caudina.

In questi canali la vegetazione si era completamente impadronita di tutti gli spazi, fatto che, ovviamente, costituiva una concausa degli allagamenti nella zona.

Il Presidente Di Maria, che aveva richiesto nei mesi scorsi tale intervento interessante centinaia di metri di questi canali, ha oggi voluto effettuare (vedi foto) l’ennesimo sopralluogo nella zona per verificare l’andamento della bonifica.