Grottaminarda, un mutuo per costruire la Casa della Cultura

82

Grottaminarda, un mutuo per costruire la Casa della Cultura

È stato un pallino delle amministrazioni del Comune ufitano dell’inizio del terzo millennio. E pochi giorni fa, in una delibera di giunta, è stato ripreso dalla maggioranza di Angelo Cobino. La Casa della Cultura, dovrebbe prendere infatti il posto di quel buco dove una volta c’era il Centro della Caritas, in un prefabbricato, e adesso ci sono giochi all’aperto per più piccoli. Una costruzione, quella che dovrebbe andare a farsi,”per la valorizzazione del patrimonio culturale “.

È un progetto che risale a quindici anni fa e che, adesso, è stato riapprovato per renderlo definitivamente esecutivo. Attraverso la contrazione di un mutuo, di tre milioni di euro, con il Credito Sportivo Italiano. Già dal 2006 c’era l’intenzione di”riqualificare e dare nuova connotazione a piazza S.Pio”. La Casa della Cultura dovrà essere”una struttura pubblica per accogliere rappresentazioni e manifestazioni culturali di vario tipo”. Quindici anni fa il progetto costava 2 milioni e mezzo di euro, due anni dopo fu riapprovato per arrivare ad oggi. Quando un altro tentativo è in corso.

Giancarlo Vitale