Noviello:” Continuiamo a non avere un’identità di gioco, questo pareggio vale come una sconfitta”

63

L’Avellino pareggia per 1-1 con il Picerno al Partenio, ottavo risultato utile consecutivo. Dopo il gol di De Cristoforo , pari su rigore di Maniero. Ma poi, anche con un uomo in più, non arriva il gol della vittoria. Questo pari relega l’Avellino lontano dai primissimi posti e con le partite di oggi, altre squadre la supereranno in classifica.

Michele Noviello, grande tifoso dei lupi, così commenta la gara:”Partita sfortunata nel primo tempo con Tito che ha commesso errore gravissimo che ci è costato il gol subito. Dopo un paio di traverse e miracoli del portiere abbiamo pareggiato la gara con Maniero su rigore. Negli ultimi trenta minuti con un uomo in più dovevamo vincere, non siamo riusciti a livello tecnico tattico a prevalere, solito problema manca il gioco anzi non siamo stati incisivi, non siamo riusciti a sfruttare l’uomo in più. Kanoute il migliore, Aloi il peggiore meglio che non giochi che lasci il posto a Matera o Di Francesco che impostano il gioco. Maniero e Di Gaudio potevano fare di più, continuiamo a non avere un’identità di gioco. Questo pareggio vale come una sconfitta”.