Avellino. Legambiente denuncia il degrado al Viale Italia

92

Avellino. Legambiente denuncia il degrado al Viale Italia

E’ da sempre il biglietto di presentazione della città per chi vi giunge da Torrette di Mercogliano, il Viale dei Platani è uno dei luoghi più amati dai cittadini del capoluogo ma è ormai da tanti anni che le piante che un tempo formavano una galleria verde, sono state falcidiate dal cancro colorato, una malattia per giunta contagiosa per i giganti verdi.

Legambiente Avellino, in una nota di qualche giorno fa, ha riaperto la questione del degrado al Viale Italia e delle cattive condizioni degli alberi.

“Viale Italia è in pieno degrado. – si legge nella nota – I nuovi alberi piantati negli ultimi anni sono stati spezzati dal vento o tagliati da qualcuno. C’è bisogno di un urgente intervento dell’amministrazione”.

A lanciare l’allarme è il circolo Legambiente Avellino – Alveare che già altre volte ha segnalato l’abbandono dell’intera arteria cittadina da parte dell’amministrazione comunale.

I volontari hanno riscontrato lungo il viale alcuni alberi spezzati dal maltempo a causa della mancanza di appositi sostegni. Un’altra pianta invece è stata tagliata da qualcuno senza un valido motivo o almeno senza che nulla sia stato mai comunicato alla città.

A sottolineare il problema è il responsabile verde del circolo avellinese di Legambiente Antonio Dello Iaco: «Già settimane fa, in occasione della consultazione pubblica sul piano del verde abbiamo segnalato all’amministrazione comunale la necessità di intervenire lungo il viale».

«Ricordo alla città che gli alberi di cui stiamo parlando sono essenze sperimentali piantate negli ultimi quattro anni dopo la petizione fatta per riqualificare il viale. Si tratta di alberi geneticamente modificati inattaccabili dal cancro colorato e che al comune di Avellino sono costati un bel po’ e che non è facile trovarli in giro».

«È ridicolo – continua Dello Iaco –  che nel 2021 gli alberi si spezzino per la poca manutenzione ordinaria (mancano i sostegni ndr) o  che questi subiscano dei tagli ».

Legambiente ha segnalato al comune tramite una mail certificata la presenza di alberi danneggiati e che rischiano di spezzarsi a causa del vento e della non manutenzione. In più è stata comunicata la presenza di un tronco tagliato da qualcuno e ricoperto con un nastro grigio per simulare un palo.

«Ancora una volta chiediamo al sindaco Festa l’istituzione della consulta ambientale e del verde. Lo abbiamo fatto più volte in occasione di incontri privati e pubblici con l’amministrazione. Ribadiamo per l’ennesima volta che è necessario il confronto con le associazioni e con la città», conclude il circolo cittadino.