Bonus maturità. Come accedere a borse di studio e premi

95

Bonus maturità. Come accedere a borse di studio e premi

Dopo aver superato la prova dell’esame di maturità, coloro che hanno conseguito il massimo della votazione possono godere di alcuni vantaggi collaterali come il “bonus maturità”, borse di studio e bonus all’università.

Consultando il sito del Miur troviamo le informazioni sul “bonus maturità 2022” che consiste in un premio in denaro elargito dalla scuola che, pertanto, ha entità variabile in quanto va distribuito tra tutti coloro hanno conseguito il punteggio massimo alla maturità.

“Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado – si legge sul sito del Miur – che hanno ottenuto il punteggio di 100 e lode agli esami di Stato e gli studenti vincitori delle competizioni elencate nel programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze hanno diritto a un premio che consiste in una delle seguenti forme di incentivo:

  • benefit e accreditamenti per l’accesso a biblioteche, musei, istituti e luoghi della cultura;
  • ammissione a tirocini formativi;
  • partecipazione ad iniziative formative organizzate da centri scientifici nazionali con destinazione rivolta alla qualità della formazione scolastica;
  • viaggi di istruzione e visite presso centri specialistici;
  • benefici di tipo economico;
  • altre forme di incentivo secondo intese e accordi stabiliti con soggetti pubblici e privati”.Il premio è consegnato dal dirigente scolastico della scuola appena gli giungono le risorse finanziarie.

Lo studente meritevole, inoltre, ha diritto all’iscrizione nell’Albo Nazionale delle Eccellenze e, in virtù di tale iscrizione, può essere scelto per partecipare a competizioni in campo artistico, linguistico, economico, scientifico.

Aver conseguito la maturità con il massimo dei voti permette l’esenzione o la riduzione delle tasse universitarie, ciò in base alle regole stabilite dall’ateneo presso il quale ci si vuole iscrivere.

Benché le norme che disciplinano l’accesso ai concorsi pubblici abbiamo abolito ogni forma di sbarramento alla partecipazione basato sul voto del diploma, spesso questo dato viene considerato tramite punteggi diversi in sede di valutazione dei titoli.

Un bel 100 alla maturità è, in ogni caso, un ottimo biglietto di presentazione ad un colloquio di lavoro, per coloro che preferiscono cimentarsi subito nella ricerca di un impiego e magari rinviare o saltare del tutto l’Università.

Lo stage è un ottimo modo per entrare nel mondo delle aziende cimentandosi direttamente con il lavoro, esperienza che si può fare anche contestualmente con quella universitaria, in modo da evitare di rinchiudersi per tre o cinque anni nella “bolla” dello studio universitario, ma iniziando sin da subito a dialogare con il mondo del lavoro.