Vincenzo Ciampi: stabilizzazione di personale al Moscati a 72 ore dalle elezioni, ma non per tutti

14

Stabilizzazioni al Moscati, si fa figli e figliastri. Un candidato si vanta dell’avvio delle procedure di stabilizzazione di 80 precari all’ospedale Moscati di Avellino, ma dimentica di dire che non si è proceduto alla stabilizzazione di tutti i precari al lavoro in azienda. Arriva con tempismo degno di miglior causa la delibera del manager Pizzuti e scatta il tam tam dei candidati del Pd.
Sono sacrosante le procedure di stabilizzazione ai sensi dell’art. 1, comma 268, lett. b), L. n. 234/2021 riservate al personale sanitario e sociosanitario reclutato nella fase dell’emergenza sanitaria da Covid 19, mediante contratti di lavoro subordinato a tempo determinato e rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. Ma mi chiedo – e lo chiedo in una mia interrogazione alla Giunta regionale – perché non siano state state estese anche ai sensi della lettera C dell’art. 1, comma 268, della legge n. 234/2021. In questo modo si lasciano fuori i lavoratori del servizio Stir (trasporto infermi all’interno dell’ospedale), che hanno maturato gli stessi diritti dei loro colleghi ed esplicato gli stessi delicati compiti nella fase dell’emergenza covid.