Frode informatica, derubato di mille euro

130

I Carabinieri della Stazione di Montemiletto hanno deferito in stato di libertà una
40enne della provincia di Salerno per “Frode informatica”.
Ricevuta la denuncia da parte della vittima, attraverso una serie di accertamenti i
Carabinieri sono riusciti ad identificare la donna che, mediante la tecnica del “Caller
ID Spoofing”, si appropriava di oltre mille Euro.
Si tratta di una nuova tipologia di truffa: dopo una telefonata da un numero “copiato”
dal centralino dell’istituto di credito e, spacciandosi per dipendenti, viene convinto il
malcapitato che il suo conto è stato hackerato e che deve provvedere immediatamente
a spostare il denaro con un bonifico su un conto da loro indicato.
Purtroppo il correntista, spaventato e sotto pressione, non sempre riesce a fare le
adeguate verifiche.
Per evitare tali truffe, è bene prestare la massima attenzione a qualsiasi tipo di
comunicazioni di soggetti che si spacciano per operatori di call center: le banche e le
Poste Italiane chiamano solo per fissare appuntamenti presso i loro uffici per motivi
commerciali e mai per acquisire le nostre credenziali di accesso, codici di sicurezza,
né per proporre l’installazione di applicazioni come strumento per la sicurezza
informatica.