Vincenzo Ciampi: “Camorrra in Irpinia: l’allarme di Airoma “

178

Non può lasciarci indifferenti il fortissimo richiamo alle nostre coscienze del procuratore della Repubblica di Avellino, Domenico Airoma che ha denunciato il clima di connivenza che a più livelli si registra con la malavita organizzata in provincia.
Airoma parla di connivenze e di penetrazione della camorra nelle istituzioni e nel mondo delle imprese.
Parole che scuotono. L’incisiva attività delle forze dell’ordine e della magistratura sta già dando i suoi frutti, portando in tribunale e a sentenza l’esito delle inchieste sulla criminalità organizzata che si sono svolte e sono in corso.
I gruppi territoriali del Movimento che stanno partendo ad Avellino, Montoro e Morra De Sanctis, saranno impegnati fortemente anche sui temi della legalità; gli attivisti sanno bene che difendere il territorio dall’aggressione malavitosa significa vigilare sulle procedure che le amministrazioni pubbliche intraprendono negli appalti pubblici; significa essere vicini a forze di polizia e magistrati; significa portare nelle istituzioni rappresentanti moralmente integri; significa sostenere la formazione alla cultura della legalità nelle scuole.
Su questi capisaldi si fonda il nostro impegno politico che è anche sostegno incondizionato a chi difende la legalità, la libertà d’impresa, un ambiente sano, il diritto alla sicurezza dei cittadini in questa provincia.