Napoli: Vertice di “Noi con Salvini – Campania”

983

Domani pomeriggio a Napoli si riunisce il vertice della Campania di “ Noi con Salvini” a presiederlo sarà il nuovo Coordinatore Regionale Gianluca Cantalamessa recentemente nominato dal Presidente del movimento sen. Raffaele Volpi.

Gianluca Cantalamessa è figlio d’arte, il padre Antonio Nicola Cantalamessa nel passato è stato un noto esponente napoletano del M.S.I. di Giorgio Almirante candidato alle europee del 1984 e membro del Parlamento europeo fece parte della Commissione sulla sanità pubblica e la tutela dei consumatori ed inoltre per la Commissione per la protezione dell’ambiente e Delegato per le relazioni con la Repubblica Popolare Cinese.

Da questo padre nasce Gianluca, innamorato della Sua famiglia, della sua Napoli della Squadra di calcio del Napoli ,della musica e della politica con la “P” maiuscola. e domani porrà le basi per dare un assetto stabile e ramificato a Noi con Salvini in tutta la Campania. Da quello che si è intravisto la sua linea politica potrebbe essere improntata ad un movimentismo meridionalista ,tenendo ben in evidenza le parole di Matteo Salvini che esordì col dire che Noi con Salvini sarà attento al Rispetto delle varie identità dei popoli.

Una linea identitaria quindi legata al Sud ,alla famiglia, al lavoro.alle nostre tradizioni culturali e religiose ,alla sicurezza dei cittadini alla ferma opposizione all’invasione di clandestini procurata dalla scellerata politica suicida del governo Renzi , alla difesa dei prodotti nazionali ma visto il forte legame al Sud soprattutto ai nostri prodotti favorendo l’imprenditoria meridionale.

La sua giovane età, ci auguriamo che lo porti a sviluppare anche un forte movimento giovanile e soprattutto di aprire un dialogo con tutte quelle forze identitarie , il Sud non ha bisogno dei Don Liborio Romano dei Generali Landi ,dei Pica che tradirono la loro Terra e che tanto danno e lutto portarono a Napoli ed al Sud nel 1861 e che si faccia promotore per la chiusura di quel Museo che rappresenta la vergogna , l’orrore e l’oltraggio verso il popolo meridionale e parlo del museo del Lombroso a Torino dove vengono esposte le teste dei “Briganti” ovvero i combattenti del Sud che si opposero all’invasione piemontese e quelle di tutti coloro che non vollero giurare fedeltà ad un Re che loro consideravano straniero invasore e come ultimo atto quello di far restituire le loro spoglie ai paesi di origine. Questo significa essere legati alle nostre origini, alla nostra identità e far rispettare la nostra dignità di popolo.

Questa occasione sarà sicuramente un passaggio importante per un Movimento che vuole ancora maggiori consensi in tutto il Sud e pesare nello scenario politico nazionale.

Salvini a Bergamo disse che “Noi con Salvini” non portava un cambiamento della politica autonomista e del diritto all’autodeterminazione dei popoli nella Lega Nord, a maggior ragione Gianluca Cantalamessa dovrebbe rimarcare questo aspetto per il Sud in quanto la nostra storia e la nostra identità è millenaria risale alla Magna Grecia ,alla famosa Lega Italica composta dai popoli del Sud Irpini, Sanniti,Pompeiani,Marsi ,Iapigi (oggi Pugliesi) ed altri che sconfissero i romani alle Forche Caudine umiliandoli facendoli passare sotto i gioghi ed infine considerando che il Sud era unito dal 1132 fino ad arrivare al famoso e ricco ed evoluto Regno delle Due Sicilie. Questa è la Storia di un popolo sovrano, questa è la nostra identità.

Un augurio di buon lavoro a Gianluca Cantalamessa per questo importante e prestigioso incarico e a tutti i suoi collaboratori.