Trasporti, Regione Campania: 18Mln per procedure d’esodo e 124Mln per debiti con Trenitalia

1391

Napoli – Doppia mossa del Presidente Vincenzo De Luca, giovedì 15 dicembre a Palazzo Santa Lucia nell’affrontare lo stato di crisi che da anni attanaglia il trasporto pubblico locale regionale. La prima mossa è giunta con l’approvazione  di delibera di 18milioni di euro per avviare le procedure d’esodo incentivate o prepensionamento, in modo da accompagnare i lavoratori di età più avanzata alla pensione. Tale procedura – dichiara il Governatore – servirà a ridurre  il ricorso a procedure collettive di licenziamento del personale in esubero e nello stesso tempo avviare politiche di razionalizzazione e inserimento di nuove professionalità. Questa decisione – ha aggiunto –  avrà un forte impatto di carattere sociale, garantisce ai dipendenti, la possibilità di scegliere la cessazione del rapporto di lavoro, a fronte di emolumenti da parte dell’azienda, e consentirà all’azienda di innovare le professionalità e contenere di conseguenza i costi generali, offrendo così un sensibile miglioramento della qualità del servizio, rendendo il sistema complessivamente più efficace ed efficiente”.

Altra mossa importante è giunta con la firma della seconda transazione per i debiti che la Regione ha accumulato negli anni con Trenitalia. “Nel solo biennio 2011/2012 – ha sottolineato il Presidente De Luca – è stato accertato un debito, per servizi non pagati da parte della Regione, pari a circa 52,6 milioni che si aggiungono ai 92,5 milioni del 2013, con due diversi atti la regione ha transatto in 124 milioni la cifra complessiva, rateizzandola in 3 anni”. de luca Trenitalia

Dopo aver definito positivamente questo pesante debito, – ha detto De Luca – entro fine anno sarà possibile sottoscrivere il contratto pluriennale, che manca dal 2014, con un valore medio annuale di circa 160 milioni, fondamentale per la programmazione ed il miglioramento dei servizi di mobilità ai cittadini.