Dall’Irpinia al Benin per realizzare un piccolo ospedale nella Savana

3384
Padre Tarcisio con Don Alberico

Roberto Zaffiro, Padre re Tarcisio e Don Alberico in Africa per costruire un piccolo ospedale. E’ questa l’ennesima spedizione in Africa guidata da Roberto Zaffiro, l’imprenditore di Flumeri che da anni continua a percorrere le vie della fede, da Medjugorje all’Africa.

Una missione di fede di speranza e carità verso le persone bisognose, che Roberto Zaffiro porta avanti senza sosta coinvolgendo, la banca BCC di Flumeri, amici imprenditori, sacerdoti e tanti fedeli che orami lo seguono da anni. Dopo le tante conversioni registrate a Medjugorie Zaffiro si è dedicato con impegno agli aiuti in Benin.

Nel corso degli ultimi due anni, diverse sono state le spedizioni nel continente africano per realizzare ben due pozzi di acqua e fornire assistenza medica, viveri, vestiario ed altri aiuti alle popolazioni nei villaggi. L’ultima spedizione iniziata qualche settimana fa, vede Zaffiro ancora impegnato nel Benin a costruire un ambulatorio medico unitamente a Padre Tarciso Pasquale Padre Guardiano del Santuario del Buon Consiglio di Frigento  ed a Don Alberigo Grella, parroco di Sturno (Av).

Una struttura nata dal nulla e sulla quale Zaffiro sta lavorando da anni. Grazie alla raccolta di fondi nel bel mezzo della savana sta prendendo vita un piccolo ospedale che sarà adibito per l’assistenza ginecologica alle donne e per le cure delle malattie infettive dei bambini.

All’interno di questo ambulatorio polispecialistico prenderà servizio un medico che potrà prestare le cure alle popolazioni di circa 20 villaggi, finora senza nessun presidio sanitario. La missione Africa si concluderà il 21 gennaio quando la carovana rientrerà in Irpinia.