Valle Ufita e Baronia imbiancate, anche Grottaminarda sotto la neve

2484

Grottaminarda – Aveva cominciato a piovere. Poi, nel giro di pochi minuti, è diventata neve. Così, è cominciata la seconda ondata di Burian, il freddo artico proveniente dalla steppa.

E, un’altra volta, l’Irpinia, una parte di questa provincia, si è trovata di fronte ai soliti problemi. Già nelle primissime ore del mattino, l’autostrada, la A 16, veniva chiusa nel tratto Baiano-Montemiletto, quello che più di tutti causa disagi agli automobilisti.
Anche da Grottaminarda, gli autobus sono partiti ma per fermarsi, puntualmente, in mezzo alla bufera. La società Autostrada, in collaborazione con la Polstrada, ha permesso agli spazzaneve e ai mezzi spargisale di poter lavorare in sicurezza. Gli autobus dell’Air che sono riusciti a partire dal piazzale di Grottaminarda, soprattutto quello delle 6.30 diretto a Napoli, quando ancora non si poteva immaginare la copiosa nevicata, perché stava piovendo a quell’ora, si è fermato a Castel del Lago, dove fa tappa ogni mattina per prendere i pendolari, che lavorano a Napoli, provenienti dalla provincia di Benevento.Questi ultimi hanno protestato perché non potendo raggiungere la città partenopea, hanno telefonato dove lavoravano per annunciare che erano impossibilitati a recarsi presso il luogo di lavoro.
E fatto, quindi, marcia indietro. La variante per Montemiletto, in quelle ore, è rimasta chiusa. Nel medio Calore, in Baronia, ha nevicato abbondantemente. Soprattutto in questa parte della provincia, le scuole sono state chiuse. Anche a Villamaina, Gesualdo e Sturno.
A Frigento, allertato fin dall’alba il sindaco Carmine Ciullo. A Grottaminarda, il primo cittadino Angelo Cobino, ha voluto accertarsi prima che nessun bambino avesse raggiunto l’istituto comprensivo” S. Tommaso d’Aquino” per poi firmare l’ordinanza di sospensione delle attività didattiche per tutti gli istituti scolastici della cittadina.  Anche ad Ariano Irpino, la neve si ripresenta. Anzi, da giorni, non è mai andata via. E si aggiunge all’emergenza idrica per le tubature scoppiate. Scuole chiuse,per la giornata di oggi, con ordinanza del sindaco Domenico Gambacorta di sospensione delle lezioni. E, così come nella vicina Grottaminarda ed il suo omologo primo cittadino, si scatenano le polemiche.
Chiusura o sospensione? Chi è costretto a recarsi, comunque, a scuola e non fa parte del corpo insegnanti, dice:” Ma non rischiamo anche noi”?. A Trevico scuole chiuse, fino a domani compreso, mentre per le avverse condizioni metereologi che la giornata prevista per ieri del Festival della Cinegustologia è stata rinviata al prossimo 29 gennaio. Festival che ripartirà, tempo permettendo naturalmente, il 21 e 22 gennaio da Zungoli e Vallata.