Avellino – ll convento dei clandestini, protesta di Noi Con Salvini

1343

Avellino – Un’ala dello storico convento delle Stimmatine nel centro di Avellino , è pronto ad ospitare circa 80 richiedenti asilo.Lo stabile sarebbe stato affittato ad una cooperativa che ha presentato la propria candidatura ai bandi per l’accoglienza messi in campo dalla Prefettura.

Non si tratta di nuovi arrivi ma di richiedenti asilo già presenti sul territorio provinciale ma che risultano in sovrannumero rispetto al totale assegnato in un primo momento alla provincia, in modo da alleggerire strutture disseminate in provincia che ospitano attualmente oltre duemila persone.
Non si fanno attendere i malumori di alcune forze politiche.
l’Avv. Antonio Caliendo, Responsabile dei Rapporti con gli Enti di Noi Con Salvini  per la provincia di Avellino – afferma “Noi siamo per la legalità e non invasione. Legalità in quanto, ci sono regole sottoscritte a livello internazionale a rendere doverosa l’accoglienza verso chi fugge dalla guerra, nonché valori di umanità e solidarietà che fanno parte della nostra tradizione e cultura; invasione, in quanto il 93% non scappano da nessuna guerra, e la loro “venuta” avviene solo per motivi di business. Le nostre contestazioni, sono tutte indirizzate da sempre in questo senso, noi da sempre, ne facciamo una questione di sicurezza, sanità e anche di economia, in un territorio già martoriato e impoverito, laddove questi clandestini , sono più utilizzati in sostituzione della manovalanza locale, perché pagati con pochi spiccioli o non pagati, a discapito degli operai locali che ben altro inquadramento devono avere, per legge ai fini lavoratovi e quindi più costosi per gli pseudo imprenditori. Non si tratta quindi di essere razzisti. Noi abbiamo solo bisogno di  sicurezza e del ripristino della legalità”.