Sidigas Scandone Avellino, in attesa di Logan si sogna in grande.

657

Quasi concluso per la dirigenza bianco verde l’accordo con la guardia David Logan. Fonti ufficiose confermano che il cestista in forza al Lietuvos Rytas è pronto a vestire la canotta bianco verde. Un chiaro segnale in questo senso è stato l’ingaggio da parte dei lituani di una nuova guardia, Jimmy Baron, che molto probabilmente dovrebbe sostituire proprio l’atleta in procinto di accasarsi ad Avellino. Logan andrebbe a rafforzare uno dei ruoli risultato deficitario nel rosters bianco verde, per l’incostanza dimostrata sul parquet del duo americano Obasohan-Randolph. David Logan è frutto dell’università americana di Indianapolis. Ha iniziato la carriera professionistica in Italia nel 2005 vestendo la canotta della pallacanestro Pavia militante in lega due. A dicembre, dopo aver segnato 205 punti in 12 incontri, si trasferisce in Israele dove gioca nel Ramat HaSharon. Al termine della stagione torna negli U.S.A. dove firma per i Fort Worth Flyers nella NBA D-League. Per i texani gioca solamente sette partite mettendo a referto 25 punti, 5 assist e 5 rimabalzi. Termina la stagione in Polonia nello Starogardzki militante nella PLK, segnando a referto 15,2 punti, 2,2 assist e 4,1 rimbalzi in 14 gare disputate. Per la stagione seguente firma, sempre in Polonia, ma con il Turów Zgorzelec con i quali, mette a referto 18,8 punti, 2,2 assist e 2,9 rimbalzi in 35 incontri di campionato, venendo nomminato MVP dello stesso, e 18,6 punti, 1,5 assist e 2,5 rimbalzi in Eurocup. Nelle due stagioni successive gioca nelle file del Prokom Gdynia (fino al 2009 denominata Prokom Sopot), sempre in Polonia, con la quale si aggiudica per due volte il campionato e arriva in finale di Coppa. Chiude l’avventura polacca con 17,8 punti, 4,1 assist e 3,0 rimbalzi in 76 partite di campionato e con 15,9 punti, 3,1 assist e 2,7 rimbalzi in 35 partite di Eurolega. Il 2 luglio 2010 firma per gli spagnoli del Saski Baskonia.[1] Con i baschi chiude la stagione con 7,7 punti, 1,2 assist e 1,2 rimbalzi in 37 partie di Liga ACB e con 10 punti, 2,4 assist e 1,6 rimbalzi in Eurolega. Nell’agosto successivo firma un contratto annuale con il Panathinaikos[2] col quale mette a referto 8,8 punti, 1,3 assist e 1,2 rimbalzi in 33 partite giocate in A1 Ethniki e 6,5 punti, 1,0 assist e 0,9 rimbalzi in Eurolega. Con la squadra greca si aggiudica la Coppa di Grecia e raggiunge le Final four di Eurolega. Nel luglio seguente firma per il Maccabi Tel Aviv.[3] Al suo ritorno in terra di Israele vince la Coppa nazionale a cui si aggiungono 9,9 punti, 1,7 assist e 1,9 rimbalzi di A1 Ethniki in 34 partite, oltre a 10,6 punti, 1,2 assist e 2,3 rimbalzi in 27 match di Eurolega. Nell’estate del 2013 si trasferisce in Germania nell’Alba Berlino[4] e anche qui conquista la Coppa nazionale, raggiunge la finale del campionato e i quarti di finale di Eurocup. Chiude l’avventuara tedesca con 12,7 punti, 2,5 assist e 2,7 rimbalzi in 42 incontri di campionato oltre a 13,7 punti, 2,5 assist e 2,0 rimbalzi nella seconda competizione europea. Il 5 luglio 2014 firma per la Dinamo Sassari[5] tornando a giocare in Italia dove la sua carriera professionistica era iniziata. Nel febbraio 2015 è stato nominato MVP della Coppa Italia di quell’anno, vinta proprio dalla formazione sarda. Nella stagione 2014-15 è uno dei protagonisti più importanti con la Dinamo Sassari che vince Supercoppa Italiana, Coppa Italia e Scudetto. Adesso si attende l’altra lieta notizia dell’ingaggio del sostituto di Cusin, per andare a giocarsi le Final Eight di coppa Italia veramente da protagonisti.