Benevento – “Provincia Sicura”: due arresti, denunce e controlli nei confronti di cittadini stranieri

827

Benevento – Nell’ambito del progetto “Provincia Sicura” la Questura di Benevento, anche questa settimana, ha attuato i servizi straordinari di controllo del territorio interessando questa volta i comuni di Tocco Gaudio, Vitulano, Ceppaloni e San Leucio del Sannio. L’ormai consolidato dispositivo si è avvalso anche dell’apporto delle Polizie Locali in servizio nei comuni interessati dai controlli che hanno messo a fattor comune la profonda conoscenza del territorio e delle criticità connesse ai reati che più interessano questa parte della provincia. Il coinvolgimento dei rappresentanti delle amministrazioni comunali e delle forze di polizia locali, che hanno partecipato anche ai tavoli tecnici tenutisi in Questura per la pianificazione delle attività di controllo, sta consentendo la concreta realizzazione di un sistema integrato di sicurezza partecipata in grado di affrontare con maggiore professionalità ed efficienza, le diverse problematiche legate alla criminalità locale.

Un lavoro di coordinamento da cui stanno emergendo risultati di rilievo; come già comunicato, le attività investigative poste in essere dalla Squadra Mobile, durante i controlli straordinari della scorsa settimana, hanno portato all’arresto di due persone per detenzione ai fini di spaccio proprio nel territorio del comune di San Giorgio del Sannio.

Nei giorni scorsi, inoltre, le attività si sono concentrate anche sui cittadini extracomunitari presenti nei centri di prima accoglienza, in considerazione dell’emergenza scaturita dalla necessità di ricollocare gli stranieri ospiti della struttura “Damasco 12” sottoposta a sequestro penale. L’attività di mediazione posta in essere dal personale della Polizia di Stato ha evitato che la protesta inscenata dagli ospiti di quel centro potesse degenerare e ha consentito la loro collocazione presso altre strutture della provincia senza ulteriori criticità.

Per proseguire il dialogo costruttivo con i migranti durante le fasi dell’accoglienza, l’Ufficio Immigrazione della Questura, diretto dal Vice Questore Aggiunto Dott. Salzano, ha accolto tra i propri collaboratori, un mediatore culturale che avrà il compito di agevolare il dialogo con i cittadini stranieri, facilitando in tal modo il loro inserimento nei centri di accoglienza.

Le ulteriori verifiche effettuate presso le suddette strutture dalla Squadra Volanti della Questura ha portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria di sei cittadini stranieri che si sono resi responsabili di comportamenti aggressivi nei confronti degli operatori ivi in servizio.