Sidigas Scandone Avellino vs Banco di Sardegna Sassari, persa una bella partita per 69 a 68.

625

Una Scandone galvanizzata dall’arrivo di Logan si prepara ad affrontare una delle squadre più ostiche di questa final eight. Il Banco di Sardegna Sassari viene da un periodo positivo, caratterizzato da diverse vittore convincenti e da ottime prestazioni offerte sul campo. Avellino arriva carica all’appuntamento tanto atteso dalla tifoseria irpina. Infatti l’unico trofeo del basket che conta che risplende all’ombra del partenio è proprio la coppa Italia conquistata dalla Scandone della famiglia Ercolino. Avellino vuole questa coppa e i circa mille tifosi irpini giunti fino a Rimini sono l’espressione autentica di questo desiderio.

Il primo quarto vede schierato per la Sidigas al centro Ragland, sulle fasce Thomas e Obasohan e al centro Fesenko e Leunen. Primi due punti segnati dalla Scandone con Thomas che dal centro alza la palla e piazza il primo canestro. Altro splendido passaggio di Ragland per Fesenko che subito schiaccia per i suoi primi due punti. Nel frattempo Sassari soffre molto la difesa irpina. Thomas si ripete e con un’azione identica alla precedente trova altri due punti dal centro dell’area. Avellino avanti di sei a due minuti dall’inizio del tempo. Perfetta rotazione di palla per gli irpini che trovano fuori dall’area Thomas che subito prova e trova la prima tripla della partita. Primi punti per Sassari trovati con la tripla realizzata da Lacey. Dopo un momento di stasi, Fesenko serve fuori Ragland che subito spara e realizza la sua prima tripla. Botta fortuito per Ragland che viene subito sostituito da Marques Green. Sacchetti serve sotto le plance Lawal che appoggia alle plance per due punti. Dall’altra parte Green subito si invola verso il canestro e alza il tiro per due punti. Lacey dopo un doppio palleggio appena entrato nell’area realizza due punti. Sacchetti subisce fallo su tentativo di tiro e dalla lunetta realizza due liberi. Punteggio di 14 a 9 per la Scandone a quattro minuti dal termine. Green da distanza siderale realizza una grande tripla che ristabilisce la distanza con i sardi. Zerini ferma fallosamente Lawal che conquista due tiri liberi. Dalla lunetta realizza entrambi i liberi. Ancora Thomas che servito da Green piazza i piedi a terra e realizza altri due punti. Sacripanti manda sul parquet Severini che cambia Zerini gravato di due falli. Uno stellare Thomas dopo un doppio palleggio dal centro alza la parabola e realizza altri due punti. Lawal dal centro dell’area riesce a realizzare due punti subendo fallo aggiuntivo. Dalla lunetta sbaglia il tiro libero. Fallo a rimbalzo difensivo subito da Fesenko che va a tirare due tiri liberi. Dalla lunetta realizza un solo punto. Il tempo termina con il punteggio di 22 a 13 per la Sidigas.

Il secondo quarto vede la Sidigas confermare nel ruolo di play Ragland. Primo acuto di Sassari che realizza due punti ad inizio del tempo. Per Avellino ci pensa Fesenko a realizzare un canestro da due da sotto le plance. Savanovic con un tiro in allontanamento realizza due punti. Scarico di Thomas per Randolph che subito prova e realizza la sua prima tripla della partita. Rimbalzo recuperato in difesa dagli irpini e sulla transizione penetrazione di Ragland con canestro da due punti. Stipcevic subisce fallo sul tiro da tre e conquista tre tiri dalla lunetta. Dalla linea della carità realizza tutte e tre i liberi. Obasohan si lancia in penetrazione centrale e sul tentativo di tiro subisce fallo. Dalla lunetta sbaglia entrambi i liberi. Ragland nuovamente brucia la difesa sarda e appoggia alle plance per due punti. Avellino avanti +11 a cinque e sessanta dal termine. Sacchetti subisce fallo da Ragland che lo manda in lunetta a tirare due liberi. Dalla lunetta realizza entrambi i liberi. Ragland dopo un doppio palleggio spara la prima bomba della partita. Lacey aggredisce l’area e piazza un tiro da due punti. Green sostituisce Ragland al centro dell’area. Carter si lancia in penetrazione e sul tiro subisce fallo. Dalla lunetta realizza un solo libero. Brutta gestione di palla per gli irpini che regalano un pallone velenoso agli avversari. Subito Sacripanti chiama il primo time out. Green serve al centro Thomas che alzandosi sopra gli avversari realizza due punti. Avellino avanti di undici a quattro minuti dal termine. Time out chiamato da Sassari. Lawal recupera un buon rimbalzo offensivo e appoggia alle plance per due punti. Bell dalla distanza prova e realizza la sua prima tripla della partita. Dall’altra parte Randolph realizza dalla sinistra due punti. Buona penetrazione di Lacey che appoggia alle plance per due punti. Bell scarica fuori per Stipcevic che liberissimo realizza tre punti. Time out chiamato da Sacripanti. Ultimi minuti ad appannaggio di Sassari con il tempo che termina con il punteggio di 39 a 38 per la Sidigas.

Il terzo quarto inizia con Sacripanti che schiera al centro Joe Ragland. Fesenko servito al bacio da Ragland schiaccia da sotto le plance per due punti. Transizione di Sassari che in un amen realizza ben cinque punti. Bell ne approfitta di una mancata marcatura e dalla sinistra realizza tre punti. Doppio tentativo di Ragland che solo alla seconda soluzione riesce a trovare la tripla da tre punti. Sassari avanti di quattro a quattro e trenta dal termine. Doppio play in campo per Sacripanti. Palla recuperata dalla Scandone in difesa con transizione di Randolph che dalla distanza realizza tre punti. Punteggio di 48 a 49 per Sassari a tre e dodici dal termine. Altra palla recuperata in difesa da un gigante Fesenko. Molti errori in fase realizzativa da parte di entrambe le squadre. Ragland dalla distanza ne approfitta del buon passaggio di Green per trovare una fondamentale bomba dalla distanza. Avellino nuovamente avanti di due con Sassari costretta a chiamare time out. Savanovic subisce fallo sul tentativo di tiro e dalla lunetta realizza entrambi i liberi. Stipcevic dopo un doppio palleggio trova un bel tiro dalla lunga distanza. Cinque a zero di Sassari in pochi secondi. Dall’altra parte Randolph subito trova un canestro da tre. Lawal si lancia in penetrazione e alzando la parabola appoggia alle plance per due punti. Il quarto termina con il punteggio di 56 a 54 per Sassari.

Il quarto quarto inizia con Sacripanti che schiera Ragland nel ruolo di play. Due minuti senza alcun canestro da entrambe le parti. Dopo tantissimo tempo sblocca il risultato Randolph piazzando una tripla dalla distanza. Carter risponde subito di par suo realizzando anche lui tre punti. Fesenko servito centralmente da Ragland schiaccia per due punti. Stipcevic si lancia in penetrazione solitaria e appoggia alle plance per due punti. Palla persa da Thomas in attacco e sulla transizione un Carter liberissimo trova la bomba da tre punti. Avellino a -5 con Sacripanti costretto a chiamare subito time out. Ritorno sul parquet con Ragland che serve Thomas che nonostante la marcatura tira e realizza tre punti. Thomas scarica fuori per Leunen che appena entrato nell’area piazza un tiro da due punti. Perfetta parità sul 64 a 64 a quattro minuti e venti dal termine. Tiro forzato di Leunen che nonostante la marcatura riesce a realizzare altri due punti. Time out chiamato da Sassari per fermare la transizione positiva degli irpini. Buona difesa della Scandone che recupera un ottimo pallone su Carter. Lacey punta in velocità Fesenko e riesce a raggiungere il canestro per due punti. Palla recuperata in difesa sempre da Lacey che si lancia in penetrazione e sul tentativo di tiro viene fermato fallosamente. Dalla lunetta realizza un solo libero. Eccessivo nervosismo per Brian Sacchetti che subisce un tecnico per proteste. Dalla lunetta Leunen realizza il tiro libero. Ragland si lancia in penetrazione laterale ma sbaglia il tiro. Sul rimbalzo si lancia Fesenko che subisce un fallo che lo manda in lunetta a realizzare un solo libero. Stipcevic dopo diversi tentativi all’ultimo secondo utile alzando la parabola trova due punti a dir poco fortuiti. Ultimi secondi al cardiopalma con Bell che sbaglia una tripla apertissima. Time out chiamato da coach Sacripanti a tre secondi dal termine. Ragland sbaglia l’ultimo tiro con Sassari che alla fine la spunta per 69 a 68.