Benevento: Annullato “Biondo era e bello e di gentile aspetto”

3172
Verehia, associazione di promozione culturale, nata allo scopo di far conoscere e soprattutto di far riscoprire il patrimonio artistico-culturale di cui è ricchissima Benevento, aveva organizzato per oggi pomeriggio alle ore 17 “Biondo era e bello e di gentile aspetto”. Tema centrale era il ricordo della battaglia che vide contrapposte, nel 1266, le truppe ghibelline guidate da Manfredi di Sicilia e quelle guelfe di Carlo d’Angiò. L’esito della battaglia ebbe ripercussioni non solo in Italia, ma anche in Europa perché la  morte di Manfredi, avvenuta proprio il 26 febbraio, decretò la conquista angioina del Regno di Sicilia. La famosa battaglia fu ricordata anche da Dante nella sua Divina Commedia, dove colloca il giovane Manfredi, nel Canto III del Purgatorio. A ridosso tra piazza Bissolati ed il Ponte Vanvitelli, comunemente conosciuto come ponte Calore, esiste ancora oggi una stele che ricorda i versi della Divina Commedia in cui Manfredi racconta la sua morte e la sua sepoltura, avvenuta proprio nei pressi del fiume, a Dante. L’appuntamento organizzato da Verehia aveva lo scopo di far conoscere i luoghi oggetto della battaglia, facendo incontrare, in un viaggio immaginario nel passato, Manfredi e Dante. Purtroppo la manifestazione è stata annullata perché non si è riuscito a raggiungere il numero minimo di partecipanti. Si sente dire tanto che a Benevento non si organizza mai nulla d’interessante o di un certo livello, ma poi anche davanti ad iniziative simili, che avrebbero permesso, anche ai più piccoli di conoscere un pezzo importante della storia della città, la partecipazione è stata irrisoria. Ancora una volta c’è stata la dimostrazione che a Benevento le cose si organizzano, il più delle volte con poche risorse se non quelle della buona volontà, ma purtroppo è piu facile lamentarsi che partecipare.