Caserta- La Guardia di Finanza continua il contrasto all’abusivismo commerciale. Sequestrati 5000 articoli

570
cantalupo arrestato dalla guardia di finanza cologno - per redazione sesto - foto Altobelli / Spf

Sequestrati 5000 articoli e sanzionati tre soggetti.

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, confermando l’azione di contrasto all’ abusivismo commerciale ha continuato a rafforzare il dispositivo di prevenzione e controllo del territorio anche durante i giorni scorsi, con particolare attenzione ai siti turistici di maggior richiamo e al centro cittadino.

In tale ambito nel fine settimana sono stati impiegati circa 30 finanzieri che hanno effettuato numerosi controlli in Piazza Carlo III, all’ interno del sito monumentale della Reggia di Caserta, a Casertavecchia ed in tutto il centro cittadino. In particolare nei pressi ed all’interno della Reggia di Caserta sono state sequestrate 215 guide turistiche, di cui 200 appena scaricate da un furgone, verbalizzando due venditori abusivi – già noti ai finanzieri – con una multa che va da € 2.500,00 ad € 15.000,00. Uno dei soggetti, scavalcando la recinzione dei giardini, era intento a vendere riviste all’ interno del “Cannocchiale” del Palazzo reale.

In Piazza Mercato ed in Piazza Cattaneo le Fiamme Gialle hanno invece intercettato diversi ambulanti intenti a vendere CD/DVD pirata, nonché occhiali e borse contraffatti, sequestrando circa 4.900 supporti magnetici illecitamente riprodotti, oltre 220 paia di occhiali e 35 borse con marchi contraffatti delle più note griffe. È stato inoltre effettuato un servizio di contrasto alla minuta vendita di sigarette di contrabbando in Casapulla, dove è stato individuato un cinquantatreenne del posto intento a smistare stecche di “bionde” nei pressi di un circolo privato. Il soggetto, in possesso di circa 1 kg di sigarette di contrabbando, è stato sanzionato con una multa di € 5.000 circa. I servizi svolti nelle recenti festività, sono un’ulteriore testimonianza dell’attenzione posta dalle Fiamme Gialle al problema del decoro e della vivibilità della città di Caserta quale centro di attrazione e di sviluppo turistico del territorio.